Politica

SESSA AURUNCA – Lorenzo Di Iorio: “Una Cittadella Giudiziaria in città? Si può”

Scritto da  | 

 

SESSA AURUNCA. Avere un’idea di governo del territorio vuol dire anche creare indotto ed opportunità per la Città, cercando di non perdere servizi e creando le condizioni per inserirne di nuovi. Ipotizzare a Sessa Aurunca un nuovo ufficio per il Giudice di Pace e la creazione di una Sezione Giudicante distaccata della Commissione Tributaria Provinciale di Caserta vuol dire di fatto creare nel centro città una vera e propria “Cittadella Giudiziaria”.

È indubbio che la presenza sul territorio di questi fondamentali servizi, a disposizione dell’intera collettività, rappresentino un presidio importante di legalità non solo per la città di Sessa Aurunca ma per l’intero comprensorio. In attesa dell’entrata in vigore della riforma che prevede l’ampliamento della competenze del Giudice di Pace, la nuova amministrazione procederà ad individuare sin da subito un nuovo immobile di proprietà comunale più grande e dotato di ogni servizio, da adibire a sede del Giudice di Pace.

Una struttura all’avanguardia e funzionale, collegata finalmente alla rete giustizia del Ministero. Un fiore all’occhiello rispetto ad altre strutture territoriali capace di dare un nuovo slancio sia all’attività forense locale che a tutta l’economia indiretta ad essa collegata. Inoltre si procederà a dislocare presso la nuova sede del Giudice di Pace, di concerto con il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) oltre che con il Presidente ed il Direttore della Commissione Tributaria Provinciale di Caserta, anche una o più sezioni giudicanti della Commissione Tributaria Provinciale rendendo in questo modo Sessa Aurunca nuovamente centrale nel sistema giustizia in Terra di Lavoro.