Mondragone

MONDRAGONE – Cinque anni di Resistenza Democratica, il bilancio del movimento politico: la nascita di un polo progressista

Scritto da  | 

 

MONDRAGONE. CINQUE ANNI DI RESISTENZA DEMOCRATICA: IL BILANCIO DEL MOVIMENTO POLITICO, A RIDOSSO DEL NUOVO ANNO. L’impegno per la nascita di un polo progressista è già in atto.

 Abbiamo realmente posto in essere una forma di “resistenza”, proponendo soluzioni, elaborando progetti di riforma dell’intero assetto amministrativo, in una chiave fermamente oppositiva all’attuale Giunta Comunale, ma decisamente propositiva in chiave di progettualità”. Sono questi i concetti chiave del documento politico che il Movimento Resistenza Democratica ha pubblicato oggi, in vista delle festività e della prossima tornata elettorale.

Un manifesto di chiara opposizione alle dinamiche che caratterizzano il modus operandi delle attuali classi dirigenti che, secondo i “Resistenti”, hanno impedito alla nostra città di crescere culturalmente, socialmente ed economicamente.

Le amministrazioni che si sono succedute negli ultimi 10 anni non sono state in grado né di intercettare le priorità su cui indirizzare una concreta ed efficace azione amministrativa, né di far fronte ai problemi basilari del cittadino: cultura, lavoro, ambiente, investimento sulle nuove generazioni, turismo, sicurezza” si legge nel documento.

Numerose, invece, le attività svolte nell’ultimo quinquennio da Resistenza Democratica per tenere vivo un certo spessore culturale, sociale e umano, tra le quali nel documento vengono citate le azioni di contrasto al fenomeno dei roghi tossici, la raccolta firme per il referendum sull’eutanasia legale, gli incontri dedicati al tema del lavoro e del caporalato, le proposte di una riforma dei servizi sociali e di attenzione alle mense scolastiche e, tra le più recenti, la questione degli ingenti aumenti della tassa comunale TARI.

In questo scenario, Resistenza Democratica si pone in posizione netta e contraria al “Patto Civico”, che sostiene l’attuale Sindaco Pacifico, e alle Destre. Il documento chiude con un impegno serio e preciso: “L’esperienza accumulata in questi anni ci pone oggi davanti a una necessità non più procrastinabile: farci promotori di una svolta definitiva che raccolga le forze progressiste, movimentiste e civiche presenti in Città e che sappia affrontare la prossima tornata elettorale con una reale prospettiva di cambiamento radicale della scena politica cittadina”.  LEGGI IL DOCUMENTO POLITICO DI RESISTENZA DEMOCRTICA – Documento Politico RESISTENZA DEMOCRATICA