Carinola

CARINOLA – Russo risponde ai consiglieri comunali

Scritto da  | 

 

CARINOLA. “In merito alle note dei quattro consiglieri comunali, affidate ad un comunicato stampa, di recente pubblicazione, si evidenzia, ancora una volta, il tentativo di trasformare il confronto politico e istituzionale, foss’anche dai toni duri, in una operazione palesemente orientata al discredito e alla diffamazione personale. Questa deriva comporta la necessità, per i consiglieri Marrese, Nicoló, Tuozzi e Sorvillo estensori del comunicato,in assenza di motivazioni politiche giustificanti il parere negativo al bilancio, a formulare accuse e, soprattutto, a diffondere, con insinuazioni, calunnie e falsità.
A questi consiglieri comunali che hanno condiviso tutte le scelte amministrative sino alla vigilia della crisi della maggioranza, determinatasi, si ricorda, per la riottosità a voler procedere ad una semplice verifica, per dar risposta a chi aveva manifestato legittima aspirazione a ricoprire il ruolo di assessore. Si risponde con la semplice affermazione: si dimostri quanto lamentato! Nello specifico, si rendano pubblici, vista la possibilità di accesso dei consiglieri, tutti gli atti amministrativi che si reputino illegittimi e privi di copertura finanziaria. Ancor di più, si indichino i nomi e cognomi di quanti, come riportato nel comunicato, frequentano gli uffici del Comune senza autorizzazione.
L’invito ai consiglieri sottoscrittori del comunicato è di svolgere il loro mandato nell’alveo della corretta opposizione consiliare e di denunciare alla Procura della Repubblica eventuali attività illecite e/o fraudolenti che il Sindaco o i funzionari, a loro parere, stiano praticando. La strada della calunnia, se perseguita con pervicacia, tanto da costituire il leit motiv della prossima campagna elettorale, non produrrà i frutti sperati da quella parte della politica autoreferenziale e sprovvista di capacità argomentativa.
Ai miei concittadini va un cordiale saluto e l’invito a non perdere la fiducia nelle istituzioni e nella solidarietà reciproca, strumenti questi utili per superare questo difficile momento”. Il Sindaco Antonio Russo