Carinola

CARINOLA – Marrese, Nicoló, Tuozzi e Sorvillo: Russo ma che combini?

Scritto da  | 

 

COMUNICATO STAMPA DEI CONSIGLIERI COMUNALI MARRESE, NICOLO’, TUOZZI E SORVILLO. CARINOLA. “Riteniamo doveroso porre all’attenzione della cittadinanza Carinolese il comportamento a dir poco anomalo del Sindaco Antonio Russo. A fronte della diffida del Prefetto giunta al protocollo dell’Ente in data 05.11.2020, notificata, tra l’altro ai Consiglieri Comunali solo il 9 novembre, ad oggi ancora il Consiglio Comunale non è stato convocato.  Ci chiediamo quale possa essere la motivazione di tale ritardo da parte del Sindaco, il quale, nonostante da mesi non abbia più la maggioranza, continua ad amministrare, adottando atti amministrativi di dubbia legittimità senza copertura finanziaria. Al pari anomala è la nota del Dirigente del Settore Finanziario con la quale comunica al Sindaco, al Segretario Comunale, al Presidente del Consiglio e al Revisore unico le problematiche relative alla mancata approvazione del bilancio di previsione 2020/2022.   In detta nota suggerisce la necessità di un emendamento/variazione al bilancio   ammettendo, nel contempo, che in queste ultime settimane sono stati adottati atti amministrativi privi di copertura finanziaria, e come tali illegittimi. Tutto ciò certifica che quel bilancio tecnicamente deve essere bocciato, e rafforza negli scriventi ancor di più la convinzione di ribadire il voto contrario al bilancio di previsione. Ma non solo! Ci chiediamo quali siano le reali motivazioni poste a base di questa iniziativa del Dirigente, ma, soprattutto, ci chiediamo quale sia stata la posizione del Sindaco rispetto all’adozione di tali atti illegittimi, posizione sicuramente aggravata dalla consapevolezza da parte dello stesso di essere privo di una maggioranza che lo sostenesse. Notiamo e segnaliamo, infine, la presenza quotidiana in determinati Uffici Comunali di persone non aventi alcun titolo. Siamo fermamente convinti, nell’interesse dei cittadini, che su dette questioni debba essere fatta piena luce, e che sia, pertanto, necessario l’intervento di un soggetto terzo quale il futuro Commissario Prefettizio, al quale fin d’ora diamo la nostra incondizionata collaborazione”.