Carinola

CARINOLA AL VOTO – Progetti e programmi per il futuro, Mannillo e Di Cresce con le idee chiare

Scritto da  | 

 

CARINOLA. Continua a ritmo battente la campagna elettorale per l’elezione del sindaco nel Comune di Carinola previste per il 3 e 4 ottobre 2021. Molte le proposte messe in campo dai vari candidati. Ed in tal senso c’è chi vuole tenersi distante dalle polemiche.

E’ il caso di Salvatore Mannillo che ha sottolineato: “Non posso entrare in situazioni accadute quando non ancora dovevo nascere, io penso al futuro e soprattutto a come affrontare le problematiche che riguardano l’annosa questione dell’approvvigionamento idrico, degli impianti fognari e del rinnovo tecnologico a beneficio di tutti i cittadini“. Al futuro guarda anche Severino Di Cresce che pensa a come improntare progetti per il rilancio dell’attrazione turistica.

Nelle ultime ore come si evince dal suo profilo social, l’aspirante consigliere della lista “Carinola Futura” si è recato presso la Basilica di S. Maria Foro Claudio (nota come Episcopio) a Ventaroli uno dei maggiori punti di attrazione del territorio dal punto di vista religioso: “Dobbiamo essere pronti ad accettare le sfide che il futuro ci riserva. Batto spesso su un tema: TERRITORIO, ECCELLENZE, ARTE. Puntare sin da subito alla sperimentazione di un Progetto Integrato Territoriale per lo Sviluppo Turistico avente quale finalità la valorizzazione turistica ed enogastronomica Tra gli obiettivi primari la realizzazione in maniera coordinata di attività di programmazione e promozione turistica del territorio e di quelle di marketing territoriale e marketing turistico. In questo quadro il Comune di Carinola dovrà impegnarsi ad attuare diversi interventi di qualificazione dell’offerta turistica, tra cui il sostegno dell’innovazione tecnologica; il potenziamento dell’offerta degli itinerari religiosi; l’ideazione di un marchio territoriale in modo da rappresentare in maniera efficace il territorio e i propri prodotti, da coordinare con gli altri comuni dell’area, con grande presenza del mondo delle associazioni quali stakeholder qualificati”.