Cultura

hUMANOALIENO tra i finalisti delle Targhe Tenco 2021

Scritto da  | 

 

 

CULTURA. hUMANOALIENO è la band della provincia di Caserta che ha reinterpretato il brano di Rino Gaetano “Mio fratello è figlio unico”. Nuovi ambiziosi traguardi lo aspettano grazie alla sua voce unica ed emozionante. “Umano per necessità, alieno per scelta” così compone la sua idea Macs Villucci, anima autentica di hUMANOALIENO e finalista nella sezione “Miglior album collettivo a progetto” delle Targhe Tenco 2021 con l’album “Ad esempio a noi piace Rino” di Isola Tobia Atypical Club (composto da Porfirio Rubirosajacopo perosinoMiriam Foresti,Gerardo TangoVorianova, Saverio D’AndreaSkaperol, Liana MarinohUMANOALIENO, Mizio VilardiCubeLoose, Carlo Mercadante e con la partecipazione straordinaria di Ernesto Bassignano Official). I nomi dei finalisti delle Targhe Tenco 2021, uno dei premi più prestigiosi nell’ambito della musica italiana, sono stati comunicati a Roma lo scorso 25 giugno e saranno assegnati ai migliori dischi italiani di canzone d’autore usciti nel corso dell’anno (dal 1 giugno 2020 al 31 maggio 2021).

 

Il premio musicale Il Club Tenco è stato fondato a Sanremo nel 1972 da un gruppo di appassionati per promuovere e sostenere la canzone d’autore. Il premio è dedicato a un grande cantautore italiano, Luigi Tenco, che nella notte tra il 26 e il 27 gennaio 1967, si tolse la vita con un colpo di pistola alla testa nella stanza 219 dell’Hotel Savoy di Sanremo, proprio durante il Festival.

Le Targhe Tenco sono assegnate dal 1984 dal Club che opera senza scopo di lucro e in assoluta autonomia dall’industria musicale. Lo scopo dell’associazione dedicata alla memoria del cantante genovese, citando la definizione dello Statuto del Club: “è quello di riunire tutti coloro che, raccogliendo il messaggio di Luigi Tenco, si propongono di valorizzare la canzone d’autore, ricercando anche nella musica leggera dignità artistica e poetico realismo.

 

I finalisti dell’edizione 2021 Una giuria composta da giornalisti ed esperti di musica voterà gli artisti e i progetti discografici trasversali nei generi. Per l’assegnazione delle Targhe Tenco 2021 i candidati sono stati divisi in sei categorie: 4 riservate ai cantautori (canzone singola, disco in assoluto, disco in dialetto, opera prima), 1 riservata a interpreti di canzoni non proprie e 1 riservata agli album collettivi a progetto, ovvero compilation di vari interpreti costruite su un tema esplicito e dichiarato in grado di unire tutte le canzoni, il cui riconoscimento va al produttore. In questa prima fase la giuria ha votato i finalisti delle sei sezioni, di cui il dettaglio di seguito in ordine alfabetico. Dopo la seconda votazione, che terminerà il 5 luglio, verrà proclamato il vincitore di ogni sezione. Non esistono candidature in quanto i giurati votano liberamente secondo quanto ascoltato nel corso dell’anno.

Disco in assoluto: Samuele Bersani (Cinema Samuele); Caparezza (Exuvia); Iosonouncane (Ira); Pino Marino (Tilt); Motta (Semplice)

Miglior album in dialetto: Fratelli Mancuso (Manzamà); Lautari (Fora Tempu); Stefano Saletti & Banda Ikona (Mediterraneo Ostinato); Setak (Alestalé); Patrizio Trampetti [(‘O Sud (è fesso)

Opera prima: Francesco Bianconi (Forever); Chiara Blu (Indifesi); Cristiano Godano (Mi ero perso il cuore); Madame (Madame); Emma Nolde (Toccaterra)

Interprete di canzoni: Ginevra Di Marco (Quello che conta); Miriam Foresti (A soul with no footprint); Federico Poggipollini (Canzoni rubate); Ornella Vanoni (Unica); Peppe Voltarelli (Planetario)

Canzone singola: Francesca Incudine (Zinda); Iosonouncane (Novembre); Canio Loguercio (Ci stiamo preparando al meglio); Madame (Voce); Pino Marino (Calcutta)

Album collettivo a progettoAd esempio a noi piace Rino; Her Dem Amade Me – Siamo sempre pronte, siamo sempre pronti; Musica Contro Le Mafie: Sound Bocs Diary; Note Di Viaggio – Vol 2: Non vi succederà niente; Ritratti d’autore: Bindi, Bassignano & Friends

Tutte le informazioni sulle Targhe Tenco si possono trovare all’indirizzo: www.clubtenco.it

Le Targhe verranno consegnate nell’edizione 2021 della Rassegna della Canzone d’autore (Premio Tenco), in programma al Teatro Ariston di Sanremo.

Collaborare insieme per lo stesso progetto Ad esempio a noi piace Rino è un progetto del collettivo ISOLA TOBIA ATYPICAL CLUB, che nasce da un’idea del cantautore Porfirio Rubirosa e prodotto da Carlo Mercadante con la partecipazione e l’impegno degli artisti dell’etichetta maremmana Isola Tobia Label. Un omaggio alla musica e alle parole del cantautore crotonese, Rino Gaetano, artista di grande valore e dalle molteplici sfumature che suggestionano ancora oggi il mondo degli autori musicali. Gli artisti di Isola Tobia Label riuniti nel collettivo Isola Tobia Atypical Club hanno realizzato 12 tracce, nelle quali ognuno di loro ha potuto interpretare le canzoni di Rino Gaetano seguendo il proprio stile. hUMANOALIENO ha dato il suo contributo con la traccia n.9 “Mio fratello è figlio unico”.  Il lavoro discografico è disponibile in tutti i digital stores e, anche in copia fisica, su www.isolatobialabel.com/chiosco. In aggiunta, dal 1 giugno e per tutta la durata dell’estate saranno pubblicati i videoclip legati alle canzoni del disco. Un viaggio visivo che ogni artista racconterà in prima persona. Tutti i video saranno trasmessi in anteprima sui canali Facebook e YouTube dell’etichetta.

Il videoclip E’ su YouTube il videoclip di Mio fratello è figlio unico, brano di Rino Gaetano interpretato da hUMANOALIENO. Ieri 30 giugno alle ore 11:30 il post pubblicato sulla pagina di Facebook. Ora impostata per guardare in anteprima il video Premiere su YouTube. Il video è ambientato nei luoghi di Roma legati al cantautore crotonese. Il protagonista è un uomo misterioso che ha le sembianze di Rino. Buona visione!