Cronaca

Spaccio di droga e furti: TUTTI GLI ARRESTI DI OGGI

Scritto da  | 

 

 

CRONACA. Nella mattinata di oggi 25 febbraio 2020, in Pagani (SA), i Carabinieri della Compagnia di Marcianise (CE) hanno dato esecuzione ad un’Ordinanza di applicazione della misura della Custodia Cautelare emessa dall’Ufficio Gip del Tribunale di Napoli,  su richiesta della  Procura della Repubblica di Napoli, Settima Sezione, nei confronti di P. A. cl. 67 V. D. cl. 91, ritenuti responsabili dei reati di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. Le indagini, avviate nel mese di novembre 2019, hanno permesso di accertare come i predetti avessero detenuto e trasportato a bordo di un’autovettura un ingente quantitativo di sostanza stupefacente del tipo “Hashish” verso il comune di Pagani.

Nello specifico i predetti venivano identificati in data 22 novembre 2019 mentre percorrevano, ad elevata velocità, l’autostrada in direzione Salerno, non arrestando la marcia a seguito dell’alt intimato dai militari e tentando di speronare il veicolo di servizio. Al termine dell’inseguimento scaturito, nei pressi del comune di Sant’Egidio del Monte Albino (SA), lanciavano un cartone di colore giallo dal finestrino, rivelatosi poi contenere 7 involucri del peso di 1 Kg circa ciascuno, composti complessivamente da 70 panetti di sostanza stupefacente del tipo “Hashish” per un peso di 7 Kg circa. La gravità dell’episodio e l’ingente quantitativo di sostanza stupefacente recuperato hanno reso necessario adottare un provvedimento cautelare, in considerazione anche della personalità degli indagati e del pericolo di reiterazione di tali condotte.

 

CASAGIOVE – I Carabinieri della Stazione di Casagiove (CE), in questo centro, hanno proceduto all’esecuzione di un mandato d’arresto europeo,  emesso dalla Romania nei confronti di T.N.C., rumeno, cl. 1983, domiciliato a Napoli, ricercato per il reato di furto aggravato commesso nello stato di provenienza. L’uomo, sottoposto a controllo dai militari dell’Arma, ha esibito una patente di guida contraffatta, motivo per cui è stato accompagnato in Caserma dove, a seguito di immediati accertamenti, è risultato destinatario della predetta misura. L’arrestato è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione della Procura Generale presso la Corte d’Appello di Napoli.