Cronaca

IL BLITZ. Confisca per 30 milioni, furti e spaccio – NOMI E FOTO ARRESTATI

Scritto da  | 

 

CRONACA. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise (CE), in via Napoli a Nocera Inferiore (SA), hanno proceduto all’arresto in flagranza dei reati di furto aggravato e sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sugli oli minerali, di  Orefice Antonio, cl. 1974, Ugliano Raffaele, cl. 1963, entrambi residenti a Casalnuovo di Napoli (NA),  e De Lucia Francesco, cl. 1954, residente a Napoli.

I militari dell’Arma hanno bloccato i tre mentre trasportavano, a bordo di un autocarro, sprovvisti della necessaria licenza per la movimentazione, circa 12.000 litri di olio minerale, risultati già sottoposti a sequestro, e  precedentemente rubati in un deposito a Nocera Inferiore. Ugliano Raffaele e De Lucia Francesco sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza dell’Arma, mentre Orefice Antonio è stato accompagnato agli arresti domiciliari.

DE LUCIA FANCESCO OREFICE ANTONIO UGLIANO RAFFAELE

 

I Carabinieri della Stazione di Macerata Campania (CE), in Portico di Caserta (CE), nel corso di un servizio volto alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno proceduto all’arresto in flagranza del reato per detenzione ai fini di spaccio  di sostanze stupefacenti, di Gravina Salvatore, cl. 1988, del luogo.

L’uomo, sottoposto a controllo a bordo di un’autovettura sulla quale viaggiava come passeggero, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di mariujanaper un peso di circa gr. 49, suddivisa in 46 dosi, nonché di gr. 0,3 di hashish.

La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire ulteriori gr. 4,5 dihashish, numerose bustine in plastica per il confezionamento,  3 coltelli utilizzati per tagliare la sostanza stupefacente ed un bilancino di precisione. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. Gravina Salvatore è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

I Carabinieri della Stazione di Castel Volturno (CE), in quel centro, hanno dato esecuzione all’ordine di custodia cautelare in carcere emesso dall’ufficio gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti del cittadino ivoriano Abubakari Osman, cl. 1985, domiciliato in Castel Volturno.

L’uomo è stato riconosciuto colpevole del reato di spaccio di sostanze stupefacenti, commesso in Castel Volturno nel periodo aprile – maggio 2016.

Abubakari Osman è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

 

Nella mattinata odierna i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta hanno dato esecuzione ad una sentenza di confisca di beni mobili, immobili, società e rapporti finanziari, ubicati nelle province di Caserta, Benevento, Livorno e Sassari, per un valore complessivo stimato di circa 30 milioni di euro, nella disponibilità di GRILLO Angelo nato a Marcianise (CE) il 18.12.1950, imprenditore operante nel settore delle pulizie e della vigilanza privata, già tratto in arresto il 7 novembre 2013, poiché ritenuto in organico al sodalizio criminale di tipo camorristico dei “Belforte” di Marcianise (CE), e ancora oggi detenuto al regime carcerario del 41 bis OP.

Il provvedimento, notificato ad altri 25 soggetti, terzi intestatari dei beni, individuati tra dipendenti, soci e parenti di Grillo Angelo, riguarda in particolare 24 società operanti nei settori delle pulizie e della vigilanza privata, 12 terreni, 10 appartamenti (tra cui uno situato nella rinomata località turistica di Stintino-SS), 2 fabbricati in costruzione, 1fabbricato industriale, 7 autorimesse, 2 ville, 1 locale deposito, 68 veicoli tra cui mezzi d’opera intestati alle società e autovettura di lusso, nonché 165 rapporti bancari ed investimenti.

La confisca odierna scaturisce dagli accertamenti patrimoniali sviluppati a corollario dell’attività investigativa svolta dai Carabinieri che ha già portato, tra l’altro, dal 2013 ad oggi, all’emissione di vari provvedimenti di misura cautelare personale per 72 indagati.