Cronaca

FRANCOLISE – COVID, ordinanza sindacale: minori accompagnati e piazze chiuse

Scritto da  | 

 

FRANCOLISE.” Di seguito il comunicato del Comune di Francolise che ha deciso di intervenire in maniera netta per contrastare la diffusione del contagio: “Una giornata difficile quella di oggi sotto vari aspetti. Innanzitutto sotto il profilo dei contagi che, al momento, aumentano ufficialmente di 6.

Il dato di oggi è:  21 guariti; 5 positivi residenti, ma non domiciliati nel nostro Comune; 50 positivi.
La situazione che purtroppo ci aspettiamo possa complicarsi, è resa ancora più difficile dalla mancata volontà di collaborare per tentare di arginare il contagio.

Per questo motivo, dopo giorni di avvertimenti, di inviti a comportamenti consoni e responsabili, questa mattina, dopo un necessario confronto con il Comandante della stazione dei Carabinieri e il Comandante della Polizia Municipale, si è giunti alla scelta di arginare alcuni comportamenti attraverso un’ordinanza sindacale che vuole essere restrittiva verso alcuni ma è dettata dalla scelta, condivisa, di agire a tutela di tutti.

Da stasera sono interdette dalle 18.00 alle 22.00, ora in cui scatta il coprifuoco, tutte le piazze del nostro paese. In particolare sono completamente chiuse piazza De Gasperi, percorribile solo dai residenti, e l’Area Mercato.

Inoltre, data l’obbligatorietà dell’utilizzo corretto delle mascherine è fatto divieto assoluto di fumo e di consumo di alcolici o cibi in tutte le piazze e le vie del Comune, in tutto l’arco della giornata. Troverete inoltre una cosa che potrebbe far arrabbiare alcuni, il divieto di circolazione per i minori di 18 anni se non accompagnati, dalle 18.00 alle 22.00. Ad alcuni questa misura potrà sembrare eccessiva. Ma quando un’amministrazione decide in tal senso, qualcuno dovrebbe chiedersi piuttosto il perché di queste scelte e magari prestare maggiore “attenzione” ai propri ragazzi, che proprio perché minorenni meritano che laddove le famiglie sono “distratte”, l’amministrazione li tuteli da scelte che potrebbero compromettere la loro vita futura. Questa sera siamo fermi sulle nostre scelte.
Speriamo che voi possiate condividerle con noi e aiutarci ad affrontare questo momento difficile esattamente come si fa in una famiglia”.