Mondragone

Proroga chiusura scuole senza rendere noti i risultati dello screening già effettuato: l’opposizione invoca il diritto di sapere da parte dei cittadini

Scritto da  | 

 

 

MONDRAGONE. Proroga chiusura scuole senza rendere noti i risultati dello screening già effettuato: l’opposizione invoca il diritto di sapere da parte dei cittadini.

Con una nota forte e responsabile, i consiglieri comunali dell’opposizione cittadina Valerio Bertolino, Achille Cennami, Pasquale Marquez, Alessandro Pagliaro, Antonio Pagliaro e Giovanni Schiappa, inviano un chiaro messaggio al primo cittadino Virgilio Pacifico, senza tralasciare il direttore del distretto sanitario Severo Stefanelli ed il consigliere regionale Giovanni Zannini.

“Abbiamo appena appreso della proroga della chiusura delle scuole cittadine e riteniamo che tale scelta sia giustificata anzitutto dal numero degli alunni positivi riscontrati, oltre che dai numeri dei contagiati in città che oggi, purtroppo, vedono Mondragone al primo posto dell’intera provincia di Caserta.

Se la comunità ha il diritto di conoscere le risultanze precise dello screening effettuato dall’amministrazione comunale, i genitori dei bambini frequentanti le scuole materne, elementari e medie ora necessitano di conoscere in termini ufficiali e con puntualita’ rigorosa l’eventuale presenza di positivi nelle classi dei propri figli, così come quella del personale docente e non docente nei plessi scolastici di appartenenza.

Soltanto così le famiglie mondragonesi potranno collaborare a contrastare il contagio, sempre che il distretto cittadino dell’ASL non si limiti soltanto a favorire passerelle politiche per nascondere la propria inefficienza anche riguardo ai vaccini ed il sindaco ricordi che e’ suo compito primario utilizzare la polizia municipale al fine di non consentire gli assembramenti, il mancato utilizzo delle protezioni individuali e l’assenza del distanziamento sociale in città, anzitutto nella zona mare e sul centralissimo viale margherita, come ormai da mesi accade nel pieno disinteresse degli assessori e dei consiglieri comunali di maggioranza, impegnati a fare il contrario di ciò che dovrebbero fare per amministrare”!