Mondragone

MONDRAGONE – AMBC: “Un’Amministrazione che tira a campare in attesa di tirare le cuoia”

Scritto da  | 

 

 

 

MONDRAGONE. Comunicato Stampa dell’Associazione Mondragone Bene Comune. “Il Consiglio comunale non si riunisce da tempo, la Giunta Municipale è quasi ferma, il Sindaco si vede e non si vede, di Vigili urbani per strada (anche per far rispettare le “incredibili” ordinanze sindacali) neanche a pensarci, gli Uffici comunali spesso sono chiusi, l’attività amministrativa va a rilento, mentre quella politica è morta e seppellita. Si ha l’impressione, insomma, che Pacifico e i suoi stiano tirando a campare, in attesa dei funesti eventi.

Eppure, di cose da fare ce ne sono tantissime e tutte estremamente importanti. Ci limitiamo a un paio di esempi. Dal 28 febbraio prossimo tutti i servizi digitali della pubblica amministrazione dovranno essere fruibili esclusivamente tramite SPID, CIE e CNS. Lo rende noto la circolare n. 3 del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno: https://dait.interno.gov.it/documenti/circolare3-21.pdf. Esimio sindaco Pacifico, possiamo sapere cosa stai facendo per rispettare questa scadenza e, soprattutto, per evitare disagi mortificanti ai tuoi concittadini? Con la delibera 443/19 di ARERA viene stabilito che Enti Locali e Società di Gestione dovranno necessariamente ottemperare ad una serie di obblighi, per non incorrere in pesanti sanzioni pecuniarie.  I nuovi adempimenti sono correlati al PEF TARI 2021 secondo il Nuovo Metodo Tariffario Rifiuti, introdotto proprio dall’ARERA. Quindi, occorre procedere all’elaborazione, alla validazione e all’approvazione del PEF (Piano Economico Finanziario), in modo da evidenziare i costi delle varie componenti del servizio di raccolta, smaltimento e igiene urbana sul territorio comunale, in base allo specifico contratto di servizio. Un adempimento che deve essere affrontato sia dal lato politico, sia dal punto di vista tecnico-amministrativo, per far sì che servizi e competenze siano utilizzati in maniera virtuosa dai Comuni e messe pienamente a disposizione del cittadino.

IFEL ha messo a punto il “Modello IFEL” con il quale sono state tracciate le linee guida per accompagnare i Comuni alla predisposizione dei PEF, supportandoli nel reperimento delle informazioni necessarie e nell’individuazione dei soggetti coinvolti nel processo.

C’è poi l’altro adempimento – sempre in tema di rifiuti– relativo agli obblighi da parte del Comune e del Gestore di informare compiutamente su tutto il servizio, allestendo specifiche sezioni dei propri siti internet. Egregio sindaco Pacifico, vuoi continuare a non sottostare a tali obblighi e a non squarciare- una volta per tutte- il velo che avvolge un servizio inefficiente, inefficace ed opaco? E già che ci troviamo, puoi dirci qualcosa, gentile sindaco Pacifico, a proposito dei “buoni spesa” e dei “ristori” per le attività imprenditoriali? Possiamo avere qualche informazione su questi due procedimenti sui quali è calato il silenzio?

A proposito dei “buoni spesa” e dell’Ufficio Servizi Sociali, alquanto in affanno, ti ricordiamo, nella tua qualità di assessore al welfare, che con la nota n. 1447/2021 pubblicata sul sito del Ministero del Lavoro sono state pubblicate le istruzioni operative di dettaglio per l’applicazione dell’art. 1, comma 797 e segg. della legge 178/2020, che prevede l’erogazione di un contributo economico a favore degli Ambiti Sociali Territoriali (ATS) per l’assunzione di Assistenti Sociali https://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/poverta-ed-esclusione-sociale/Documents/Nota-1447-del-12-02-2021.pdf.