Mondragone

La provocazione di Pagliaro: “Ora rischiamo di trovarci difronte a nostri concittadini che riterranno moralmente giustificato commettere abusi e non pagare tributi”

Scritto da  | 

La provocazione di Pagliaro: ora rischiamo di trovarci difronte a nostri concittadini che riterranno moralmente giustificato commettere abusi e non pagare tributi

MONDRAGONE. ”Se si chiede giustamente di non commettere abusi e poi chi dovrebbe far rispettare ciò ne commette addirittura uno evidente all’interno di una proprietà pubblica, quale e’ il comando di polizia municipale, rischiamo seriamente che ogni nostro concittadino potrebbe sentirsi moralmente autorizzato a commetterne”.

Questo e’ quanto dichiarato dal consigliere comunale Antonio Pagliaro dell’opposizione di centro destra condivisa con Valerio Bertolino, Pasquale Marquez, Alessandro Pagliaro e Giovanni Schiappa.

Poi, l’ex assessore comunale e già vicepresidente del consiglio comunale, aggiunge: ”Se il comandante della polizia locale continua ad avere la fiducia del sindaco Virgilio Pacifico anche quale responsabile dell’area dei tributi, immotivatamente nata alla vigilia di questa incresciosa vicenda, e la giunta comunale fa recapitare a casa dei mondragonesi una miriade di “cartelle pazze” relative all’Imu, Ici e Tasi degli anni precedenti” argomenta il consigliere di opposizione “tutti i cittadini si interrogheranno se è giusto e doveroso pagare, soprattutto se non dovuto per errori di calcolo o perché già pagato in precedenza ma, purtroppo, senza che persone anziane riescano a trovare le relative ricevute”.

L’amministratore comunale di minoranza tuona contro le scelte del primo cittadino che “non dimostra di voler combattere affatto l’evasione e l’elusione, bensì di volere soltanto il controllo totale dei contribuenti” e attacca la sua maggioranza che ne e’ complice silenziosa.
Pagliaro dice che “dopo quanto accaduto, se il primo cittadino non corre ai ripari, ora e’ il comune ad essere criminogeno” e conclude che “a tutti noi se ci si chiede qualcosa che può essere ritenuto ingiusto, accade che ciò può indurre qualcuno a sentirsi autorizzato anche a commettere abusi edilizi ed a non pagare i tributi, disconoscendo il ruolo e la funzione di controllo della polizia municipale che, con l’impegno di tanti giovani e meno giovani, fino ad oggi cercava di mantenere ordine e di far rispettare le regole”!