Cellole

Canile di Cellole: il sostegno dell’amministrazione Compasso

Scritto da  | 

 

 

 

CELLOLE. Il canile di Cellole è allo stremo perché sono numerosi i cani senza cibo per l’inadempienza in particolare dei comuni di Sessa Aurunca e Carinola che non versano da alcuni anni quanto dovuto all’azienda. L’amministrazione di Sessa Aurunca, in carica da 3 anni, è latitante ed indifferente al problema della sorte dei suoi cani, con un debito nei confronti del Centro Cinofilo Santa Lucia che ammonta a circa 650.000,00 euro Il comune di Carinola, con il sindaco Antonio Russo, è debitore verso la struttura di circa 200.000,00 euro. L’unico sindaco che sta cercando di sanare la sua posizione debitrice di circa 100 mila euro, per fatture di anni antecedenti la sua gestione, è Cristina Compasso del comune di Cellole, eletta da soli 3 mesi, che ci tiene a precisare: “siamo gli unici che stiamo pagando. Già all’indomani del mio insediamento abbiamo provveduto a pagare con una prima tranche sui 12 mila euro, e una seconda, dopo circa un mese e mezzo, sui 25 mila euro. A piccoli passi, progressivamente stiamo dando qualcosa. Abbiamo anche predisposto la gara per l’affidamento, per evitare convenzioni che subiscono proroghe che non sono più legali” I cani stanno ricevendo aiuti in cibo da alcuni mesi dalle associazioni animaliste Animalisti Italiani Onlus e Lega Nazionale della Difesa del Cane, da Almo Nature, da cittadini e altre associazioni. Sono state presentate denunce alla Procura sia da parte del gestore della struttura che dalle associazioni Animalisti Italiani e LNDC ma i cani non posso aspettare i tempi della magistratura.

TRZ