Cultura

LE FOTO MONDRAGONE – Il Prof. Toscano incontra i ragazzi dello Scientifico al Biagio Greco

Scritto da  | 

 

 

 

CULTURALa scrittura creativa ed il romanzo

Nel salone della conferenze del Museo Archeologico di Mondragone (Ce) nell’ambito del progetto “Patrimonio di conoscenze 2018” il Professore Giuseppe Toscano autore del romanzo “La casa di Strada del Re” ha dialogato con i ragazzi del locale Liceo Scientifico sulla funzione della” scrittura creativa” come scelta necessaria per la loro formazione culturale e soprattutto come strumento primario giornaliero per indagare ed interpretare un mondo che man man abbandona i mezzi usali per la conservazione della parola scritta.

Ha analizzato, con la partecipazione attenta dei giovani  studenti, ciò che di negativo oggi si sta affermando con l’uso dei nuovi strumenti di comunicazione che sono entrati in un modo prepotente nella nostra vita, proponendo la riscoperta della bellezza della scrittura e dei suoi prodotti, uno dei tanti è il romanzo, che devono ritornare ad essere i protagonisti per riaffermare la civiltà della parola che oggi si tenta di oscurare.

Sicuramente il romanzo salverà il mondo. Questa affermazione, ha sottolineato il Prof. Giuseppe Toscano, non deve essere considerata una battuta sensazionale ma l’effettiva realtà che si poggia su quelli che sono gli strumenti espressivi e linguistici  fondamentali che animano il romanzo.

Ha sollecitato i giovani presenti a considerare che ognuno di essi ha un talento da spendere e che bisogna scovarlo e mettere a frutto utilizzandolo nella creazione di qualcosa che esce fuori dal mondo abituale in cui sono costretti a vivere.

Li ha stimolati a sfidare i limiti che una pagina bianca può porre alla realizzazione delle loro aspettative ed affidare al risultato della sfida i contenuti che si producono con la scrittura della loro storia.

Ha dato l’esempio pratico, Dopo la lettura attenta di una pagina degli Annales di Tacito in cui si racconta la venuta a Sinuessa dell’Imperatore Claudio e la successiva sua tragica morte, con la semplice applicazione dei principi della scrittura creativa ne è uscito un romanzo “La casa di Strada del Re” di cui ha dato un breve cenno.

Ha invitato tutti gli studenti all’incontro del due Dicembre, nel pomeriggio e nello stesso salone, per approfondire il contenuto del romanzo in cui il territorio dell’Ager Falernus ed il suo vino il Falernum rappresentano il filo rosso che lega gli uomini e gliavvenimenti della narrazione di “La casa di Strada del Re”

A chiuso l’incontro l’intervento del dott. re Giuseppe Orefice  Sloow Food Italia che ha tratteggiato l’importanza della scopertae conservazione dei prodotti propri del territorio perché essi rappresentano l’inestimabile patrimonio culturale di un popolo, quello dell’Ager Falernus, e ne narrano a tutti la sua storia con i  sapori ed i profumi.

 

TRZ