Cronaca

FRANCOLISE – Chiude l’HUB Vaccinale: parole e ringraziamenti del sindaco

Scritto da  | 

 

FRANCOLISE. “È durata poco meno di un anno la permanenza dell’Hub Vaccinale di Francolise, eppure, in questi 2 lunghi anni di pandemia, il tempo intercorso tra il 16 maggio 2021 e il 6 aprile 2022, ci ha visti in prima linea per combattere questa drammatica emergenza pandemica che ha colpito tutto il mondo.

Oggi, finito lo stato di emergenza, anche il presidio vaccinale presente sul nostro territorio ha chiuso, restituendo alla collettività un bene, il Palatenda “Mario Forzieri”, che degnamente ha onorato il nome e la memoria dell’uomo che porta, mettendosi a servizio non solo del nostro Comune, ma di gran parte della nostra Provincia.

È necessario fornire qualche dato per far capire pienamente l’incidenza e l’importanza dell’Hub Vaccinale di Francolise, sito, per la precisione, nella frazione di S’Andrea Del Pizzone:

  • In totale sono state effettuate ben 174.994 vaccinazioni;
  • Nel nostro Comune il 100% della popolazione che ha effettuato 1 e 2 Dose e l’80,25% la 3 Dose;
  • Per ogni turno di apertura di 6 ore, sono stati impiegati 6 medici e 7 Infermieri;
  • Per ogni turno di apertura di 6 ore, per i primi 6 mesi, sono stati impiegati 6 militari della Brigata Garibaldi;
  • Per ogni turno di apertura di 6 ore, sono stati impiegati almeno 6 Volontari della Protezione Civile di Francolise che si è avvalsa del supporto di altri gruppi di Volontari della Protezione Civile di Santa Maria La Fossa e di Mondragone.

L’Amministrazione Comunale si è assunta un onere importante mettendo a disposizione il Palatenda.

Non sono mancati i disagi.

Abbiamo scelto di fare a meno di un luogo di aggregazione; ci siamo privati di mettere immediatamente a bando “Piazza della Pace”, per consentire la sistemazione della tenda che serviva da ristoro e punto di riposo per gli operatori dell’Hub; abbiamo caricato di lavoro i Volontari della Protezione Civile e il Comando di Polizia Municipale; abbiamo sostenuto dei costi per garantire la climatizzazione ed il riscaldamento della struttura, per fornire il supporto di rete necessario per il perfetto utilizzo dei PC collegato con il sistema Saniarp dell’ASL; siamo stati sempre presenti per ogni piccolo problema che è sorto e, qualcuno di noi, quando l’esigenza di operatori sanitari era altissima, si è messo gratuitamente a disposizione per fronteggiare l’emergenza.

Non è stata una scelta operata a cuor leggero.

Non ci ha spinti il desiderio di apparire.

Piuttosto, ci ha convinti l’idea che il nostro Comune, con il suo mettersi a disposizione dell’intero territorio provinciale, avrebbe avuto l’occasione di poter concretamente “operare” in una situazione che ha visto coinvolto tutti noi in modo massivo e complesso, consapevoli che le crisi, i momenti difficili, si affrontano sinergicamente, magari anche sopportando qualche inconveniente, ma senza tirarsi indietro.

Cosa ci ha lasciato questa esperienza?

Innanzitutto, come Amministrazione, abbiamo raggiunto l’obiettivo di rendere il nostro territorio terra di eccellenza, perché da ogni parte sono piovuti complimenti e meriti per la struttura, per la gestione, per l’eccellenza degli operatori a qualsiasi titolo coinvolti e, non da ultimo, per la disponibilità e la cortesia dei nostri concittadini.

In secondo luogo, abbiamo scritto una bellissima pagina di inclusione e di sostenibilità, perché questa Amministrazione, ha avuto il merito di riuscire a rendere concreta ed operativa l’esigenza di creare appositi luoghi in cui consentire in sicurezza il ciclo vaccinale per combattere il Covid.

Noi la sentiamo come una vittoria politica.

Sicuramente è la dimostrazione della virtuosità e dell’eccellenza di un territorio che io mi onoro di guidare.

Mi corre l’obbligo di ringraziare il Direttore Generale dell’ASL di Caserta, dott. Ferdinando Russo; il dott. Michele Tari; il geometra Raffaele Aceti; il direttore Sanitario dott. De Fazio; il Direttore del Distretto Sanitario dott. Moretta; Il dott. Grella, responsabile dell’Hub e tutti i suoi collaboratori, e tutta la Brigata Garibaldi che ci ha fornito ausilio.

Ancora voglio ringraziare la mia Amministrazione, tutti i dipendenti comunali, il Comandante della Polizia Municipale e, in particolare, i volontari della nostra Protezione Civile guidati dal coordinatore Augusto Lanna e dal Consigliere Comunale Gaetano Razzino.

E non per ultimi voglio ringraziare Voi, i miei concittadini, per aver sopportato i disagi ed aver contribuito a rendere questo nostro Comune, terra di accoglienza e di civiltà. Buon Sabato Santo”. Il vostro Sindaco.