Caserta

SINDACATI – Rinnovo CCNL Industria alimentare: proclamato lo sciopero per il 9 Ottobre

Scritto da  | 

 

 

SINDACATI. Rinnovo CCNL Industria alimentare: proclamato lo sciopero per il 9 Ottobre. Il 31 Luglio è stato sottoscritto il rinnovo del CCNL industria alimentare tra Fai-Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil e tre associazioni di riferimento (Unionfood, Ancit e Assobirre). Tuttavia la trattativa non ha visto l’adesione di altre organizzazioni appartenenti a Federalimentari nonostante gli accordi iniziali e le mediazioni raggiunte nel tempo tra le parti.
“L’atteggiamento incomprensibile di una parte delle associazioni durante la trattativa del rinnovo del CCNL industria alimentare è un vero paradosso – dichiarano le segreterie casertane di Fai-Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil – Migliaia di lavoratori durante il periodo di lockdown hanno garantito il proprio contributo al paese, lavorando senza sosta per portare cibo sulle nostre tavole, mettendo a rischio la propria salute e quella dei loro cari. Prima ritenuti essenziali, oggi si vedono negato il rinnovo contrattuale da alcune associazioni di categorie e aziende, nonostante tutti i punti della trattativa erano ormai allineati. Questo accade anche in Provincia di Caserta dove, a causa del mancato accordo finale, a centinaia di lavoratori sono ancora preclusi tutti i diritti e le tutele dell’accordo del 31 Luglio scorso, compreso l’aumento salariale di 119 euro a regime. Ci stupisce profondamente come realtà importanti del nostro territorio, tra le quali Ferrarelle e Coca cola Hbc, si ostinino a non aderire al rinnovo creando nei fatti una disparità con lavoratori di altre realtà produttive. Le nostre organizzazioni, davanti a tali prese di posizione, continueranno con azioni di lotta così come già
avvenuto nelle ultime settimane. Pertanto il 9 ottobre sono proclamate quattro ore di sciopero in tutti i luoghi di lavoro dove il rinnovo del contratto non trova ancora applicazione. Di fronte alla miopia di chi pensa che il lavoro non vada riconosciuto in diritti e salario, la nostra lotta non si fermerà”. LE SEGRETERIE PROVINCIALI FAI CISL – FLAI CGIL – UILA UIL