Politica

Consiglieri di Castel Volturno richiedono assise straordinaria: al centro diversi punti critici

Scritto da  | 

 

 

 

Consiglieri di Castel Volturno richiedono assise straordinaria: al centro diversi punti critici 

CASTEL VOLTURNO.  I consiglieri Nicola Oliva, Anastasia Petrella, Rosa Raimondo, Guido Schiavulli e Giuseppe E. Scialla hanno richiesto, nella giornata di giovedì 14 maggio 2020, la convocazione di un consiglio comunale, come consentito alla minoranza da Statuto Comunale.

Nel documento, indirizzato al presidente del Consiglio, Pasquale Marrandino, al Sindaco, Luigi Umberto Petrella, ed al segretario generale, Dott.ssa Concetta Bianco, sono stati individuati diversi punti rispetto a cui i Consiglieri intendono ottenere risposte da parte del Sindaco: la mancata richiesta dei finanziamenti a favore del Comune di Castel Volturno previsti dalla Legge Regionale n. 58/2018; la gestione dei fondi stanziati dall’ordinanza della Protezione Civile n. 658 del 29/03/2020 per l’erogazione dei buoni spesa previsti per l’emergenza Covid-19 e di tutti gli altri fondi ricevuti dall’ente comunale per la gestione dell’emergenza socio-sanitaria; lo stato di avanzamento della procedura di affidamento e valorizzazione del “Parco Oasis”; l’impiego dei beneficiari del reddito di cittadinanza; inoltre la minoranza intende capire come l’amministrazione abbia intenzione di affrontare il disagio economico e sociale che ha colpito famiglie ed imprese. Di grande interesse anche il punto in odg sul riavvio dei lavori per la realizzazione del Parco Urbano di Pinetamare dove pare che la minoranza abbia una proposta come delibera di indirizzo. Infine, il gruppo di minoranza ha avanzato una proposta di deliberazione per la costituzione – ai sensi dell’art. 29 dello Statuto Comunale – di una commissione speciale d’indagine sull’inquinamento delle acque (di falda, dei corpi idrici superficiali, del mare).

“In questo periodo – affermano i consiglieri – abbiamo preferito non incalzare con polemiche e contestazioni, poiché abbiamo voluto rispettare e prendere in considerazione le diverse difficoltà scaturite da questa emergenza sanitaria senza precedenti. Ma ora basta. Avremmo voluto soffermarci anche su altri punti, ma abbiamo ritenuto opportuno non appesantire questo consiglio comunale”. I gruppi di minoranza annunciano dure battaglie, dichiarando che sono già pronti per altre importanti iniziative.