Caserta

CASERTA – Lettera di Raffaele Giovine alla città

Scritto da  | 

 

 

 

 

 

 

 

 

CASERTA – Leggo dai giornali che anche l’avvocato Romolo Vignola ha deciso di sciogliere la riserva e di candidarsi a Sindaco della città che lui ed io amiamo.

Devo riconoscere che, come tanti, avverto un profondo rammarico per non aver realizzato quel miglio in più, quello sforzo che poteva concretizzarsi in una coalizione alternativa rispetto a quelle del centrodestra e dell’attuale centrosinistra che, con gli stessi uomini passati da una parte all’altra, hanno governato negli ultimi vent’anni la nostra città.

Caserta Decide ha provato a costruire una casa per tutti coloro che hanno combattuto negli ultimi anni per una città diversa, laica, verde e solidale. Al contempo, però, consci di non essere autosufficienti, abbiamo avviato un confronto con quanti sentivano la necessità di costruire un’altra Caserta, con coloro con cui condividevamo una visione innovativa ed inclusiva della città.

Per queste ragioni, nell’ottobre scorso, davanti ad una specifica richiesta, ho messo la mia candidatura a disposizione di tutte quelle forze che condividono la nostra idea di città. Al tempo stesso, con grande senso di responsabilità, ho sempre manifestato la disponibilità ad un confronto con qualsiasi ulteriore candidatura potesse emergere nel corso dei mesi a venire.

Abbiamo chiesto solo una cosa: di dotarci di un metodo condiviso per scegliere insieme chi dovesse rappresentare una forza tanto dirompente quanto eterogenea.

 

 

 

 

 

 

 

Consapevoli della necessità di creare un fronte comune, come Caserta Decide, da novembre scorso, abbiamo suggerito alle altre forze civiche di decidere il candidato sindaco insieme a tutte le cittadine e tutti i cittadini casertani che si riconoscono nei valori di cui siamo portatori. Non è il momento di delegare questa scelta all’arbitrio o, peggio ancora, all’ambizione di pochi. Siano i cittadini a scegliere.

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi, alla luce della scelta di Romolo di scendere in campo, ribadiamo che il solo modo per poter cambiare Caserta è attraverso la partecipazione dei cittadini, attraverso le primarie di una coalizione dei movimenti civici che esprimono il meglio della nostra città. Pensiamo che sia il momento di un atto di coraggio. È il momento di celebrare una festa della democrazia che possa portare a scegliere il miglior candidato dell’alternativa per sfidare il centrodestra ed il centrosinistra e andare, insieme, ad amministrare Caserta.

 

Raffaele Giovine,

Candidato Sindaco per Caserta