Caserta

CASERTA -Il segretario del PSI Bellomo chiede un incontro con le varie forze politiche del centrosinistra

Scritto da  | 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CASERTA – Il Partito Socialista Italiano della città di Caserta, nella persona del suo
segretario cittadino Massimo Bellomo, ritiene assolutamente
necessario e non più procrastinabile un incontro di tutte le forze
politiche e civiche che si riconoscono nel centrosinistra. Massimo
Bellomo dichiara che “ormai siamo arrivati ad agosto e nulla si è
mosso sul piano politico per capire con quale compagine e con quali
proposte andremo ad affrontare la campagna elettorale, di fatto già in
corso ma senza iniziative e visioni comuni. Il partito che ho l’onore di
rappresentare, ha chiesto svariate volte la convocazione del tavolo di
centrosinistra, anche tramite il proprio consigliere comunale Gianluca
Iannucci, per discutere di idee e proposte da costruire per la città. Le
sfide che dovranno essere affrontate dalla futura amministrazione non
saranno di poco conto ed i partiti avranno la responsabilità politica
delle scelte che verranno fatte. Una responsabilità che dovrebbe, a
nostro avviso, essere condivisa con chi si sente di appartenere allo
schieramento di centrosinistra. Noi socialisti siamo stati
estremamente leali sul piano politico con questa amministrazione.
Abbiamo anche fatto un passo indietro non di poco conto, con le
dimissioni del nostro assessore Raffaele Piazza, proprio per favorire
l’unità del centrosinistra. Al momento però nulla si è mosso.
Precisiamo che nulla potrebbe muoversi anche in futuro, per quanto ci
riguarda, se non ci saranno sviluppi sostanziali. In settimana ci sarà
una seduta di consiglio comunale delicata e nulla dev’essere dato per
scontato, per quanto concerne noi socialisti. Naturalmente noi siamo,
per nostra natura, leali e costruttivi e proprio per questo proponiamo
di convocare il tavolo del centrosinistra con chi vorrà partecipare ed
uscire con un’iniziativa pubblica congiunta. Il tema lo sceglieremo
insieme e sarà inclusivo per allargare la partecipazione a tutte le forze
politiche e civiche che vorranno esserci”.