Politica

CELLOLE – Differenziata al 66,92 per cento: ottima chiusura anno 2015

Scritto da  | 

16 Gennaio 2016 – CELLOLE. L’anno 2015 si è concluso nel migliore dei modi per il Comune di Cellole per quanto concerne lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. La cittadina, infatti, è riuscita a raggiungere il 66,92 per cento di raccolta differenziata. Un traguardo importante rispetto agli anni scorsi, ed in particolare al 2011, anno in cui si è insediata l’attuale amministrazione uscente. All’epoca, infatti, la percentuale di raccolta differenziata arriva a stento al 17 per cento per poi continuare a salire negli anni successivi con il 49% del 2012, il 52% del 2013 ed il 61% registratosi nel 2014. Il sindaco di Cellole, Aldo Izzo, soddisfatto del raggiungimento del 65 per cento prefissato ha voluto ringraziare in primo luogo tutti i cittadini cellolesi. “Se abbiamo raggiunto questo risultato è soprattutto merito loro visto che si sono impegnati in questi anni a portare avanti una buona differenziata, entrando pian piano nel meccanismo e facendolo diventare proprio”. Un plauso, ha spiegato Izzo, va anche agli operatori ecologici del Consorzio Cite che nel periodo invernale nonostante le avversità atmosferiche e in quello estivo con temperature che spesso superavano i 30 gradi hanno lavorato instancabilmente consentendo il superamento della percentuale di raccolta differenziata a Cellole e nelle località estive di Baia Domizia e Baia Felice. “Abbiamo ricevuto anche i complimenti del presidente regionale di Legambiente- ha continuato il primo cittadino- essendo Cellole tra i pochi Comuni ricicloni della regione Campania. Tutto questo perché all’epoca decidemmo di staccarci dal Consorzio Unico di Bacino, nonostante le tante polemiche e perché ogni giorno, soprattutto nel periodo estivo, abbiamo fatto continui controlli del territorio anche per evitare che venissero abbandonati i rifiuti per strada come accadeva in passato”. Grazie a tale risultato raggiunto il prossimo anno i cittadini si ritroveranno una detrazione dalla tassa sui rifiuti che insieme all’aliquota Irpef che è rimasta inalterata fa di Cellole uno dei Comuni più economici.