Cultura

MONDRAGONE – I fratelli Di Toro vincono l’oro in Inghilterra

Scritto da  | 

 

 

MONDRAGONE. Abbiamo spesso raccontato delle capacità di crescita personale e professionale dei giovani mondragonesi che, per scelta o per la volontà di cercare lavoro all’estero, si sono spostati in altri Paesi Europei, raggiungendo, spesso, risultati straordinari.

Stiamo parlando, in questo caso, di due giovani fratelli, originari di Mondragone, Andrea e Antonio Di Toro. I due hanno partecipato ad un interessante quanto importante concorso, aggiudicandosi la Medaglia D’oro.

Il concorso si chiama Humpton Court Show. Si tratta, in pratica, di presentare un raffinato lavoro svolto nella cura di un giardino. Un concorso di botanica, potremmo dire, ma è molto altro. In realtà nella presentazione del lavoro si dà particolare importanza anche al design utilizzato, anche a livello architettonico. Un lavoro meticoloso, durato più di un anno tra progettazione ed il conseguente impiego dei mezzi utili a materializzare il progetto. Del resto in tutto il mondo si conoscono le particolari attenzioni che gli inglesi impiegano non soltanto nella cura ma anche nell’osservazione di un giardino curato in modo impeccabile.

Non a caso, nella squadra dei fratelli Di Toro c’erano pure:

L’architetto Jonathan Davies; il Designer Christian Dina; il Finanziatore Andreas Cristodoulou. Questa magnifica squadra ha conquistato l’oro per il miglior giardino dello Show.

 

Insomma, ancora una volta la città litoranea, grazie alle capacità dei virtuosi cittadini, riesce a farsi conoscere, in maniera positiva, anche all’estero. Da parte nostra vanno i migliori auguri ai fratelli Di Toro, sperando di poter scrivere sempre articoli di questo genere.

Qui di seguito le foto della premiazione avvenuta sabato scorso.

 

 

I fratelli Andrea e Antonio Di Toro

 

La squadra al completo

 

 

 

 

VINTAGE GRANDI FIRME. CLICCA SUL LOGO QUI SOTTO E VISITA IL NEGOZIO

TIENITI AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DELLA CITTÀ. CLICCA SUL LOGO QUI SOTTO E METTI MI PIACE ALLA PAGINA QUESTO È MONDRAGONE