Caserta

VERDI: “A Bagnara di Castel Volturno si rischia la tragedia”

Scritto da  | 

CASTEL VOLTURNOComunicato stampa. Appello dei residenti. Bagnara di Castel Volturno si rischia una tragedia. Verdi. Il Prefetto convochi immediatamente un tavolo interistituzionale per mettere in sicurezza l’area e avviare la riqualificazione

“A Bagnara, nel territorio di Castel Volturno, ogni giorno, ci sono decine di persone che rischiano di morire per il crollo di quel che resta del villaggio costruito negli anni ‘80”.

A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, ricordando che “in quell’area ci sono decine di case diroccate, letteralmente inghiottite dal mare che ha riconquistato spazio, rubando spiaggia e distruggendo, quasi del tutto, le case che erano state costruite”.

“La sensazione che si avverte quando si arriva sulla spiaggia di Bagnara è quella di una città bombardata e la situazione è nota da anni, ma, al di là di progetti e di buone intenzioni, non si è andati e quella zona è destinata a essere sempre più un emblema del degrado oltre che un pericolo per quanti vivono o frequentano l’area per raggiungere il mare” ha aggiunto Borrelli per il quale “bisogna abbattere immediatamente tutto quel che resta delle case e rimuovere i detriti per evitare che continuino a restare lì perché costituiscono un pericolo nell’immediato e sono destinati poi a finire in mare creando ulteriori pericoli oltre che un gravissimo inquinamento”.

“In quella zona, come in gran parte del litorale domizio, per anni, ha regnato l’anarchia e l’illegalità, ma ora è giunto il momento di cominciare a fare sul serio” ha continuato il consigliere regionale dei Verdi per il quale “bisogna mettere in sicurezza l’area immediatamente e, al tempo stesso, trovare la strada per la riqualificazione definitiva senza guardare in faccia a chi ha costruito abusivamente, ma tutelando chi, invece, è in regola”.

“In questi giorni, i residenti hanno scritto un’ennesima richiesta di intervento al Prefetto, ai Presidenti della Provincia e della Regione per chiedere interventi che evitino una tragedia” ha concluso Borrelli appellandosi al Prefetto “affinché convochi immediatamente un tavolo interistituzionale per fare il punto della situazione su quanto è stato fatto e sul perché i progetti previsti si sono bloccati e per stilare poi un cronoprogramma da portare avanti perché non è possibile continuare a perdere tempo”.