Caserta

TUTTI GLI ARRESTI DI OGGI. Si costituisce anche un latitante

Scritto da  | 

 

CRONACA. Nella tarda mattinata odierna, all’esito di una pressante attività investigativa svolta dalla Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale di S. Maria Capua Vetere e dei CC della Compagnia Sammaritana, coordinate dalla locale Procura, è stata posta fine alla latitanza di STEVIC Nicola Mario, ci. ’91, evaso lo scorso 2 ottobre, mentre, godendo di benefici penitenziari, era impiegato in lavori di giardinaggio nel perimetro antistante la struttura carceraria.

Le immediate attività d’indagine coordinate da questo Ufficio e condotte dai Carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, nonché da personale della polizia penitenziaria, attraverso mirate perquisizioni e servizi di osservazioni nei confronti di persone vicine all’evaso, hanno permesso di far desistere lo STEVIC dal disegno criminoso originario, inducendolo a costituirsi al fine di evitare la cattura.

Fondamentali sono state le ricerche incessanti, giorno e notte, condotte dai Carabinieri e dalla polizia penitenziaria nelle campagne sammaritane nonché nei luoghi dove lo STEVIC presumibilmente aveva trovato rifugio.

Dovranno rispondere di truffa aggravata ai danni dello Stato, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falsa attestazione di presenza in servizio i due dipendenti del Comune di Cesa, nel casertano, che nella mattinata odierna, a seguito di un controllo eseguito dai Carabinieri, sono risultati assenti durante l’orario di servizio. Si tratta di un 60enne e di un 54enne, del posto. Il primo addetto alla segreteria del Sindaco, mentre, il secondo, lavoratore socialmente utile ed addetto al servizio di portineria del Comune.

Erano le 10.00 circa di questa mattina quando i Carabinieri del locale Comando Stazione di Cesa e della Sezione Operativa del Reparto Territoriale di Aversa, hanno effettuato l’accesso presso gli uffici ed locali del citato Comune per eseguire un controllo su eventuali assenteisti. Al termine del  controllo è emerso, per l’appunto, che i due dipendenti, pur ritrovandosi con il cartellino regolarmente timbrato, non erano presenti al proprio posto di lavoro.

Per loro è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa hanno dato esecuzione, presso la casa circondariale femminile di Pozzuoli (Na), al “provvedimento di esecuzione pene concorrenti”, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord – ufficio esecuzioni penali, nei confronti di DAMA Anna Maria, cl. 83, di Giugliano in Campania (Na). La donna, attualmente  già detenuta presso il citato istituto penitenziario, dovrà espiare la pena complessiva della reclusione anni 5 e mesi 4, per reati in materia di stupefacenti.