Caserta

Droga, detenzione di reperti archeologici e furti – TUTTI I NOMI DEGLI ARRESTATI

Scritto da  | 

 

 

CRONACA. I Carabinieri dell’aliquota operativa della Compagnia di Marcianise hanno tratto in arresto per detenzione abusiva di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente MAIETTA Domenico, cl. 88, del posto, nonché denunciato in stato di libertà MUSONE Marianna, madre delMAIETTA, per ricettazione e impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato.

In particolare i militari dell’Arma, a seguito di perquisizione personale, veicolare e domiciliare, eseguita a carico di MAIETTA Domenico hanno rinvenuto complessivi gr. 7 di stupefacente del tipo “marijuana e hashish”, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento, nonché due fucili cal. 12, uno dei quali legalmente detenuto, una pistola cal. 6.35, priva di matricola e marca, occultata in una busta di plastica nell’autovettura in uso allo stesso e munizionamento vario.

Nel corso delle operazioni di perquisizione, in un locale di pertinenza dell’abitazione, in possesso della madre della MUSONE Marianna, i carabinieri hanno rinvenuto diverso materiale di verosimilmente natura arheologica, risalente al VI/V secolo a.c., consistente in  6 anfore di varie dimensioni;  1 anfora decorata;  22 statuine di vari soggetti;  1 statua raffigurante una scimmia; 1statua raffigurante una mucca; 1 statua raffigurante il volto di una donna; 1 statua raffigurante un uomo; 1 statua raffigurante una donna; 74 portacandele in terracotta; 1 vasetto decorato rotto;  8vasetti di terracotta; 2 bracciali di metallo. Tutto il materiale è stato posto in sequestro. L’arrestato, è stato accompagnato presso il proprio domicilio, in attesa della celebrazione del rito direttissimo prevista per la giornata di lunedì 24 aprile 2017 al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

 

I Carabinieri del Comando Stazione di Gricignano di Aversa (Ce), hanno tratto in arresto,  in flagranza di reato di furto aggravato, MIKELI Ahamedi, cl. 82, albanese. I militari dell’Arma, a seguito di segnalazione pervenuta al numero di emergenza 112, sono intervenuti in via della stazione snc di quel centro cittadino, presso il deposito giudiziario gestito dalla ditta “Della Corte srl” dove hanno sorpreso il citato MIKELI mentre era intento ad asportare delle parti meccaniche dalle autovetture in custodia presso quella ditta. L’arrestato, verrà giudicato con rito direttissimo.

 

I Carabinieri del Comando Stazione di Trentola Ducenta, in Casaluce (Ce), hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato in titolo, TATONE Antonio, cl. 66, del posto.  I militari dell’Arma, dopo aver sorpreso, fermato e segnalato ai sensi dell’art. 75 d.p.r. 309/90 due giovani che avevano poco prima acquistato gr. 3,30 di sostanza stupefacente del tipo “hashish” dal TATONE, all’esito di mirata perquisizione personale e domiciliare presso l’abitazione di quest’ultimo hanno rinvenivano e sequestravano ulteriori grammi 3,20 di “hashish”, grammi 4 di “marijuana” e la somma di euro 35,00 in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività di spaccio, nonché materiale vario per il confezionamento della droga. L’arrestato è stato posto agli arresti domiciliari in attesa giudizio direttissimo.

Nella giornata di ieri, i Carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Casal di Principe hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di rapina aggravata,  MANCARELLA Gaetano, cl. 69,originario di Siracusa, senza fissa dimora. L’uomo, dopo essersi introdotto all’interno dell’Ufficio Postale di Corso Umberto I, in Casal di Principe, ha intimato ad un dipendente di consegnargli i soldi, puntandogli un taglierino alla gola. Il dipendente ed il direttore dell’ufficio postale hanno reagito ingaggiando una colluttazione con il rapinatore, riuscendo a disarmarlo. Mentre la colluttazione era ancora in corso sono giunti i carabinieri che lo hanno bloccato ed arrestato. L’uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (Ce).

 

MANCARELLA GAETANO

MANCARELLA GAETANO

 

unnamed