Cellole

CELLOLE – Annullata la sfilata del 43° Carnevale Cellolese: LEGGI L’ORDINANZA

Scritto da  | 

 

 

CELLOLE. Così si legge sulla pagina Facebook ufficiale della Pro Loco Città di Cellole che, come ben noto, è stata l’organizzatrice ufficiale del Carnevale di Cellole 2020: “ANNULLAMENTO SFILATA CARRI ALLEGORICI 43° CARNEVALE CELLOLESE 2020. Comune di Cellole: ordinanza nr. 4 del 24/02/2020 prot. 5448. Con l’ordinanza che alleghiamo, vengono annullate tutte le manifestazioni e festeggiamenti legati al Carnevale Cellolese”.

QUI DI SEGUITO L’ORDINANZA INTEGRALE:  “Ordinanza n. 4 del 24.02.2020 – Prot.n. 5448 Pubblicata il 25/02/2020 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO Premesso che: – Il Responsabile dell’Area Tributi e Sviluppo Economico con atto prot. 5296/2020 autorizzava lo svolgimento del Carnevale Cellolese anche per le giornate del 24.02.2020 e 25.020.2020; Considerato lo stato emergenziale dovuto alla diffusione del Coronavirus in alcune Regioni italiane e che al momento non è possibile conoscere l’entità del potenziale contagio in altre zone del Paese.

Ritenuto opportuno in via prudenziale vietare assembramenti di persone; Visto che nelle giornate di oggi 24.02.2020 e domani 25.02.2020 erano previste festeggiamenti in occasione del carnevale cellolese; – Ritenuto di provvedere di conseguenza, a tutela dell’ordine e sicurezza pubblica; – Sentito il locale Comando Polizia Municipale che è in contatto con il nosocomio di Sessa Aurunca; – Dato atto che è stato preventivamente dato avviso alla Prefettura di Caserta dell’adozione della presente ordinanza ai sensi dell’art. 50 del T.U.E.L.; – Ravvisata la propria competenza ai sensi dell’art.50 del D.Lgs. n.267/2000 O R D I N A Per i motivi in premessa specificati: in via precauzionale L’annulamento delle manifestazioni e festeggiamenti legate al Carnevale Cellolese ed il divieto di “assembramenti organizzati” di persone in area pubblica. Per eventuali trasgressioni al divieto imposto con la presente ordinanza, sarà applicata nei confronti di chiunque dovesse rendersi responsabile (per i minorenni i propri genitori, tutori, e/o esercenti la patria potestà), la sanzione amministrativa dall’art. 50 del T.U.E.L., fatte salve eventuali altre violazioni al vigente Codice della Strada, al C.P. e al T.U.L.P.S.. La Polizia Municipale, l’Arma dei Carabinieri ed il Commissariato di P.S. sono incaricati della vigilanza in ordine alla perfetta osservanza delle disposizioni contenute nella presente Ordinanza”.