Carinola

CASANOVA – Finanziamento Grancelsa, cittadini infuriati: abbiamo contattato Russo e Mazzucchi

Scritto da  | 

 

 

 

CARINOLA. La vicenda della somma di circa un milione di euro di finanziamento destinata ad interventi in località Grancelsa, ed inspiegabilmente spostata a beneficio di una arteria della frazione Nocelleto, sta sollevando un vespaio di polemiche. E’ nostro intento premettere che, questo nostro articolo sorge come continuum di altre precedenti pubblicazioni emerse su queste pagine proprio su questo tema ma, soprattutto, sorge per “volontà” di centinaia di cittadini casanovesi, intenzionati ad ogni costo a volerci vedere chiaro e che chiedono al nostro canale di fare da “ponte” con coloro che sono stati esponenti dell’ultima amministrazione in carica.

Il tema della Grancelsa tiene banco da giorni e, se per gli sfidanti del sindaco Russo rappresenta un autentico cavallo di battaglia, per quest’ultimo e per i consiglieri ed assessori casanovesi che lo hanno sostenuto convintamente fino alla implosione della consiliatura, assumerebbe le sembianze di un vero e proprio tallone d’Achille, fino ad eventuale prova contraria, che attendiamo, noi in primis, nelle prossime ore.

Un punto debole che rischierebbe di pregiudicarne anche la performance elettorale qualora decidessero di ricandidarsi. Chi c’era all’epoca di quello che la popolazione casanovese giudica senza mezzi termini “un grave misfatto e non ha battuto ciglio per contrastare una quantomeno bizzarra volontà politica che ha causato il dirottamento di una cifra importante grazie alla quale la molto malandata zona della Grancelsa avrebbe forse potuto risollevarsi da circa un decennio di incuria e degrado”, è in queste ore travolto da un’ondata di protesta che si fa largo innanzitutto sul web.

Tra i primissimi a denunciare la decisione assunta dal sindaco Russo, d’intesa col vice sindaco Mazzucchi, vi è stato Salvatore Di Spirito, vicino al consigliere regionale Zannini, subito accusato, però, (sulla pagina Facebook “SEI DI CASANOVA SE”) di non aver avuto il coraggio di fare i nomi.

Chi i nomi invece li ha fatti senza paura è stato l’ex sindaco Gennaro Mannillo per mezzo di una dichiarazione rilasciata proprio al nostro giornale e di recente pubblicata. Gli ha fatto eco Massimo Di Stasio, il quale al nome dell’ex vice sindaco Elisa Mazzucchi, già accusata da Mannillo, ha aggiunto quelli dell’ex sindaco Antonio Russo, additati quali responsabili della distrazione dei fondi a favore di altra opera. Ma l’accusa sulla responsabilità dell’atto amministrativo non è l’unica che viene mossa all’indirizzo di Russo e Mazzucchi.

Ma, ciò che preoccupa ancor di più la cittadinanza casanovese, è il “silenzio” nel quale si sarebberochiusi Antonio Russo e la Dott.ssa Elisa Mazzucchi. Un atteggiamento che la popolazione (ed il popolo del web in particolare) giudica grave. The Report Zone, abituata a dare voce ai fatti e ai diretti interessati, dopo aver raccolto la già menzionata dichiarazione di Gennaro Mannillo, e le sensazioni e la volontà della popolazione, ha contattato anche il sindaco Russo e la ex vice Dott.ssa Elisa Mazzucchi.

L’ex primo cittadino, ci ha fissato un incontro nei prossimi giorni. Lo incontreremo per approfondire sulla vicenda e capire cosa realmente sia accaduto. Per quanto riguarda, invece, la Dott.ssa Elisa Mazzucchi, accordandoci anch’essa un appuntamento, nei prossimi giorni, ci ha nel frattempo ribadito: “Non c’è nessun arcano, è inutile che si cerca di strumentalizzare su questa vicenda. Non sono abituata a commentare sui social, renderò le dovute spiegazioni a voi e a tutti i cittadini già quando ci incontreremo”.

In attesa di ricevere approfondimenti dai diretti interessati, le certezze restano due: la prima è che la Grancelsa non potrà sicuramente beneficiare del finanziamento in questione; la seconda, che di questo argomento se ne parlerà moltissimo, con toni che si profilano aspri, nei giorni della prossima campagna elettorale. Vedremo se, attraverso le spiegazioni tecniche, l’ex sindaco Antonio Russo e la vice Dott.ssa Elisa Mazzucchi riusciranno a far ricredere la cittadinanza casanovese sull’accaduto.