Cultura

Nco Nuove Comunità Organizzate, la visita del Ministro Lamorgese al bene confiscato – FOTO

Scritto da  | 

 

SESSA AURUNCA. Si è tenuta nella giornata di oggi la visita del Ministro dell’Interno Luciana Lamprgese e del Capo della Polizia di Stato Lamberto Giannini, al bene confiscato Alberto Varone di Maiano di Sessa Aurunca, in occasione della presentazione del Progetto Nco Nuove Comunità Organizzate. Ad accoglierlo, oltre alle numerose istituzioni del territorio, anche le organizzazioni sociali, i consulenti e formatori del progetto che ha come partner il consorzio Nco, il Comitato don Peppe Diana e la cooperativasocialeTerra Felix.

“La mia presenza e quella dei massimi dirigenti del ministero dell’Interno – ha spiegato il ministro – testimonia la vicinanza al modello del progetto Nco Nuove Comunità Organizzate e la volontà di incentivare con forza le attività di sviluppo e riutilizzo dei beni confiscati alle mafie”. Il ministro ha poi sottolineato, alla presenza del Vescovo della diocesi di Sessa Aurunca Francesco Piazza, del Prefetto di Caserta Raffaele Ruberto e del commissario prefettizio del Comune di Sessa Aurunca Andrea Cantadori, l’importanza di “attivare percorsi di buona economia, attraverso i beni confiscati, per dare nuove opportunità al territorio e frenare l’avanzata dei gruppi criminali”.

A ricevere il Ministro accompagnato dai massimi dirigenti del ministero dell’Interno il presidente Nco  Simmaco Perillo, Alessandra Tommasino del Comitato Don Peppe Diana, Francesco Pascale di Terra Felix, Antonio De Rosa e il giornalista Sergio Nazzaro. Sempre in occasione della visita del Ministro dell’Interno è stato sottolineta l’importanza del riutilizzo sociale dei beni confiscati come viatico per la rigenerazione dei territori e l’autodeteminazione delle comunità. A spiegare nel dettaglio il progetto Pon Nco Nuove Comunità Organizzate è stato Antonio De Rosa del Consorzio Nco. Non sono mancati, tra gli argomenti trattati, temi come il riconoscimento delle vittime innocenti della criminalità organizzata ed il bisogno di rafforzare il “sentimento di fiducia tra le istituzioni e i cittadini”, come sottolineato da Alessandra Tommasino del Comitato don Peppe Diana, partner del progetto. La stessa Tommasino ha fatto dono alla ministra Lamorgese della maglietta con lo spot
“Nessun luogo è maledetto e nessuna scuola ha il finale già scritto” insieme al libro “Oltre la camorra”, una storia di resistenza che racconta gli ultimi 26 anni di resilienza e riscatto alla camorra. Un libro dedicato a Valerio Taglione, già coordinatore del Comitato don Peppe e per il quale è stata avanzata richiesta di medaglia d’oro al valore civile. La Ministra, apprezzando il dono, ha voluto farsi fotografare con la t-shirt condividendo lo spirito di resilienza.
Salvatore Di Rienzo, Responsabile Comunicazione NCO – Nuove Comunità Organizzate