Caserta

MALTEMPO – Danni in tutta la Regione: Comuni isolati e flagellati dal vento forte

Scritto da  | 

 

 

CRONACA. Una giornata da dimenticare quella di ieri. A partire dalle ore 10:00 del mattino prima violente piogge poi, dalle ore 14:00, raffiche di vento fortissime hanno flagellato l’intera Regione, da Napoli a Salerno, fino ad arrivare a tutti i Comuni del Litorale Domizio. Ed è proprio su questo territorio che ci concentreremo per cercare di decifrare gli ingenti danni ma, soprattutto, i disagi che la popolazione ha vissuto fino a tarda notte. A MONDRAGONE, le forti raffiche di vento, oltre ad aver causato la mareggiata, hanno trasportato con sé ogni cosa. “Qui sta volando di tutto“, ci hanno riferito alcuni lettori. Poi, nel tardo pomeriggio, è stata chiusa la Strada Domiziana per via di un enorme cartellone pubblicitario volato via e che occupava la carreggiata. Per ordine di gravità tocca passare a SESSA AURUNCA. Qui, il forte vento, ha causato la caduta di un cavo ad alta tensione proprio nel centro cittadino. Attimi di paura, oltre agli enormi disagi per l’intera cittadinanza.

NOCELLETO DI CARINOLA è rimasto praticamente isolato a partire dalle ore 18:00 fino a tarda notte. Lungo la strada che da Santa Croce conduce in paese un enorme albero è caduto ostruendo il passaggio lungo tutta la carreggiata. Dall’altro lato, scendendo dalla Strada Appia, diversi pali della linea telefonica sono caduti, impedendo il passaggio dei veicoli. Un paese praticamente irraggiungibile. Forte disagio per chi, in quelle ore, tornava a casa dopo una giornata di lavoro. In molti hanno percorso decine di chilometri in più, con annesso rischio, per raggiungere le proprie abitazioni attraverso strade secondarie.

A FALCIANO DEL MASSICO, oltre alla caduta di alcune luminarie (cosa accaduta anche a Salerno dove addirittura si registra anche un ferito), si sono registrate numerose cadute di alberi, anche secolari, soprattutto nelle strade secondarie come, ad esempio, quella che conduce a Cappella Reale. A CARINOLA, nel centro storico, si sono registrate diverse cadute di calcinacci e cornicioni dai palazzi antichi del paese. Gli addobbi natalizi, invece, sono stati divelti in tutti i paesi e le cittadine da noi citate, insieme ad alcuni segnali stradali. Insomma, una situazione difficile per l’intera Regione ma, se si dà uno sguardo alle notizie del giorno, ci rendiamo conto che è stato l’intero Paese ad essere stato investito dall’ondata di forte maltempo. Per fortuna, a quanto pare, non si registrano danni a persone o feriti, almeno nei territorio a ridosso del Litorale Domizio e, considerando ciò che è stato, è già un miracolo.