Mondragone

MONDRAGONE – Associazione Nazionale Fuori dal Coro segnala i gesti eroici di Bonuglia e i suoi uomini a De Luca

Scritto da  | 

 

MONDRAGONE. L’ ASSOCIAZIONE NAZIONALE FUORI DAL CORO SEGNALA I GESTI EROICI DI BONUGLIA E I SUOI UOMINI AL GOVERNATORE DE LUCA. L’ associazione Nazionale Fuori dal Coro della Polizia Locale segnala il gesto eroico degli agenti della Polizia Locale di Mondragone guidati dal Comandante David Bonuglia al Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca. L’associazione con firmatari da tutta Italia ha evidenziato le notevoli capacità degli agenti salvando da morte sicura un anziano sulla Domiziana.

Sicuramente seguiranno anche gli elogi alla pattuglia operante e al Comandante Bonuglia da parte della Prefettura di Caserta. Dichiara l’associazione: “Abbiamo appreso che Agenti del Corpo di Polizia Locale del Comune che Voi rappresentate, durante il servizio, si sono distinti in un intervento che solo grazie alla loro prontezza interventiva ed alla loro lucidità professionale, non si è concluso nel più tragico dei modi.

Infatti, i colleghi in servizio di pattuglia sul territorio, hanno soccorso un uomo molto anziano, quasi centenario che, colto da malore, era riverso a terra in una pozza di sangue. Gli Agenti, del 118. Bravi colleghi ed in particolar modo alla collega che fisicamente ha eseguito le manovre di primo soccorso che hanno consentito di salvare una vita con un’azione rapida, professionale e portata a termine con successo proprio sul filo dei secondi.

Questa è la cronaca di una tragedia, una tragedia evitata grazie al lavoro ed alla professionalità di questi ragazzi della Locale di Mondragone che ancora una volta hanno dimostrato come il lavoro di polizia non siano solo codice e severità, intransigenza e rigore ma siano anche e soprattutto altruismo, spendersi per la comunità e per il prossimo, in special modo quando questo è in difficoltà. Quanto accaduto in questo grande e rinomato Comune della Campania, serve solo a ribadire come la Polizia Locale sia veramente una forza che si possa e si debba applicare a qualsiasi situazione e frangente e basta leggere le cronache nazionali per avere ragione di quanto affermiamo.

E lo affermiamo senza timore di essere smentiti perché dalla nostra parte, a conforto e sostegno di queste nostre tesi c’è il lavoro dei ragazzi in divisa blu che va al di là di ogni ostacolo perché sostenuto dalla professionalità, dalla consapevolezza dell’essere e dal senso del dovere, come dimostrato dai colleghi, assolutamente degni di encomio per il loro lavoro. Bravi ragazzi. Complimenti davvero”