Caserta

POLITICA – Elezioni Regionali 2020, guida al voto: tutto quello che c’è da sapere

Scritto da  | 

 

 

REGIONALI. Guida al voto per le prossime elezioni regionali 2020 in Campania. Si vota domenica 20 settembre, dalle 7 alle 23, e lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15. Non c’è ballottaggio, vince chi raggiunge la percentuale di voto più alta. Sette i candidati in lizza per la presidenza a Palazzo Santa Lucia. Vincenzo De Luca è il presidente uscente. Domenica 20 settembre, e lunedì 21 settembre, i cittadini della regione Campania sono chiamati alle urne per eleggere il nuovo presidente della Giunta. Sette i candidati in lizza: Vincenzo De Luca (presidente uscente), Stefano Caldoro, Valeria Ciarambino, Giuliano Granato, Luca Saltalamacchia, Sergio Angrisano, e Giuseppe Cirillo. In Campania non ci sarà ballottaggio, la legge che regola le elezioni prevede il sistema proporzionale con premio di maggioranza. Ci sarà, però, la possibilità di dare un voto disgiunto con la doppia preferenza di genere. Si può votare il presidente di uno schieramento, e due consiglieri – di sesso differente – di un altro schieramento. DATA, ORARI E NORME ANTI COVID-19: Si vota domenica 20 settembre 2020 dalle ore 7 alle ore 23 e lunedì 21 settembre 2020 dalle ore 7 alle ore 15. Il doppio turno è stato stabilito da un decreto a firma del presidente De Luca lo scorso 20 luglio 2020. Ci sarà un’unica scheda. Per ogni circoscrizione (Napoli, Salerno, Avellino, Benevento, Caserta) è stato generato un modella di scheda con i candidati della provincia, con le liste o i simboli a loro collegati. Si può votare tracciando una “X” sul candidato presidente e un altra “X” su una delle lista collegate a esso. Oppure si può scegliere di tracciare una “X” solamente su una delle lista. In questo caso il voto verrà assegnato alla lista e al candidato presidente collegato. Si può esprimere la preferenza a un candidato al consiglio regionale, scrivendo il nome e il cognome o solamente il cognome. Per votare un secondo consigliere, è necessario che questo sia di sesso differente rispetto alla prima scelta. Bisogna presentarsi al seggio elettorale di appartenenza muniti di tessera elettorale e carta d’identità. Quest’anno, a causa della pandemia che ha colpito l’intera nazione, sono previste regole rigide sul distanziamento. Una serie di norme anti contagio da rispettare: in ogni sede elettorale troverete il gel igienizzante all’ingresso; le aree utilizzate come sede dei seggi verranno pulite periodicamente, e ci saranno seggi speciali nei reparti Covid e negli ospedali; bisognerà garantire il distanziamento rispettando l’apposita segnaletica; sarà l’elettore a riporre la scheda nell’urna, mentre gli scrutatori eseguiranno lo spoglio muniti di guanti. Le presenze verranno registrate in maniera tale che, se dovesse risultare un caso di positività all’interno dei seggi, si potrà ricostruire la catena dei contatti e mettere in isolamento le persone presenti in quel momento. ELEZIONI REGIONALI: SETTE CANDIDATI PER VENTISEI LISTE: Sono sette i candidati alle prossime elezioni regionali che si contenderanno un posto a Palazzo Santa Lucia per governare la Regione nei prossimi cinque anni. Non c’è ballottaggio: vince chi ottiene un voto in più. Ventisei le liste per cinquanta posti disponibili come consigliere regionale. De Luca sarà sostenuto da 15 liste, Caldoro ne avrà sei. Per tutti gli altri, Ciarambino, Granato, Saltalamacchia, Angrisano e Cirillo, lista unica. POSSO VOTARE SE SONO AMMALATO O IN QUARANTENA? Gli elettori affetti da gravi malattie possono chiedere ai sindaci dei Comune di votare presso l’abitazione dove vivono. La richiesta deve pervenire almeno 20 giorni prima alla data di votazione. Il decreto legge 103 del 15 agosto 2020, in considerazione della situazione epidemiologica da COVID-19, prevede il voto domiciliare per persone in quarantena o in isolamento fiduciario. (fonte Battipaglianews.it)