Politica

ELEZIONI – Il rompicapo politico di Carinola

Scritto da  | 

5 Aprile 2016 – CARINOLA. Un rompicapo politico. Questo il quadro della situazione  nella cittadina Calena a un mese dalla consegna delle liste. La missione quasi impossibile del centro destra di trovare la quadratura del cerchio per le prossime elezioni riguarda essenzialmente quella di convincere Rosa Di Maio e Antonio Russo a mettersi d’accordo. Ci sta provando in tutti i modi Massimo Grimaldi consigliere Regionale NPSI. Quest’ultimo si è anche proposto come candidato a consigliere dopo aver indicato in Pasquale Migliozzi un possibile candidato a sindaco che porti al tanto auspicato rinnovamento anche dalla stessa Di Maio.

Chiaro che quest’ultima  si sarebbe aspettata una scelta a suo favore essendo tesserata da tempo con l’area Grimaldiana. Una situazione molto confusa che potrebbe favorire il centro sinistra con il Partito democratico che sta provando a ricompattarsi. “La sfida principale oggi è di assicurare a Carinola una nuova amministrazione coesa”– ha affermato – la coordinatrice Laura Passaretti. Il sindaco uscente Luigi De Risi mette in evidenza quanto di buono fatto in tema di riduzione delle tasse e si augura che il progetto della “città futura” possa prendere forma.

Il riferimento è soprattutto sui “tagli” fatti in merito alla Tari. “Nell’anno in corso evidenzia De Risi è stata ridotta del 15% e nel prossimo anno se tutti continueranno a pagare si potrà avere un ulteriore sconto”. Il numero uno del governo locale ammette che i 5 anni di amministrazione appena trascorsi “sono stati vissuti in un contesto generale negativo, caratterizzato da vincoli insormontabili dell’azione amministrativa, la nostra azione di governo è stata rissosa ma intensa e proficua, consentendo il raggiungimento di molti degli obiettivi di mandato programmati” . Venerdì sembra sia programmato un incontro con i cittadini alle ore 18.00. Chi ci andrà? Staremo a vedere. Intanto Di Biasio incassa la fiducia incondizionata di un altro ex consigliere, quella di Tommaso Esposito che fece parte della squadra di Gennaro Mannillo nel 2008. Ma intanto il tempo stringe e qualcosa di concreto prima o poi accadrà.

GI.Esse