Notizie Locali

Falciano, Consiglio Comunale il 19 agosto: è già polemica sulla notifica

Scritto da  | 

11774621_10204969641382552_1746035637_n 3 Agosto 2015 – Falciano del Massico. Il primo cittadino Giosuè Santoro ha predisposto la convocazione del consiglio comunale per il 19 agosto alle ore 19.00 presso la sala consiliare del comune cittadino. La convocazione del civico consesso riguarda punti all’ordine del giorno inerenti il bilancio di previsione e quello dell’elenco delle opere  pubbliche per il prossimo triennio. Ci sono poi altri punti che riguardano modifiche ad alcune delibere del settembre 2014. E dunque dopo aver visto e sentito i fuochi d’artificio della festa patronale si potrà assistere a quelli che la maggioranza e l’opposizione faranno nel consiglio comunale del 19 agosto sull’esercizio finanziario del prossimo anno e quindi sulle previsioni dei vari capitoli di spesa che come si potrà immaginare non potranno essere migliori di quelli degli ultimi mesi, visto che esiste e persiste una crisi economica condizionata in primis dai copiosi tagli che lo stato centrale ha svolto nei confronti degli enti locali. D’altronde l’ha appena detto anche la corte dei conti. I comuni sono stati stritolati dalla pressione fiscale. Se a tutto questo si aggiunge la sempre alta percentuale di evasione delle tasse e non solo perché non si riesce a pagare, ma è un dato di fatto che ci sono “furbetti” cronici che approfittano della situazione. Dovremmo constatare se gli accertamenti ICI messi in evidenza a grandi lettere sull’albo pretorio con un probabile incasso di quasi 100mila euro potrà davvero tramutarsi in realtà. Tali fondi dovrebbero essere incassati dal vicino comune di Carinola per errori commessi su pagamenti della citata tassa. Lo stesso ente caleno è in profonda  difficoltà e sarà davvero difficile contare sull’incasso in breve tempo di tale cifra, che comunque è irrisoria rispetto a quanto realmente ci vuole per portare avanti tutta la baracca. L’opposizione anche nel recente consiglio comunale che ha riguardato la questione rifiuti e tutto il piano finanziario ad esso collegato, ha incalzato la maggioranza evidenziando delle chiare incongruenze per le spese che l’ente affronta rispetto ad alcuni servizi  che non dovrebbero essere pagati. Resta alta la tensione tra i cittadini per il fatto che le aliquote irpef sono ancora sotto il tetto massimo. Insomma una vera e propria gatta da pelare per il sindaco e la sua maggioranza, che come se non bastasse non ha ancora ricevuto le tranche di danaro per le opere pubbliche che sono in cantiere, alcune delle quali sono già iniziate, come ad esempio il serbatoio idrico a monte. Resta un vero mistero allo stato attuale che fine farà il palazzetto dello sport, mentre non sembrano esserci  ancora risvolti per iniziare i lavori presso gli istituti scolastici e la palestra. Solo dopo la pausa estiva, si potrà dare un giudizio più approfondito su tale argomentazione. La preoccupazione c’è ed è evidente tra i genitori che vedono la lentezza burocratico-amministrativa e manca poco più di un mese all’inizio del nuovo anno scolastico. Intanto il 19 agosto ascolteremo cosa si dirà sul bilancio e lo scontro come sempre sarà infuocato. Non solo perché l’estate è torrida.

Lello Santoro