Cultura

FALCIANO – Discriminazione di genere e femminicidio: premiazione e borsa di studio per gli alunni dell’Istituto comprensivo – FOTO

Scritto da  | 

 

 

FALCIANO. Si è svolta oggi la  premiazione per la borsa di studio  ai ragazzi dell’istituto comprensivo Falciano del Massico sul tema della discriminazione di genere e del femminicidio. In tono minore, quest’anno, per le restrizioni causa Covid, la premiazione si è tenuta presso la sala consigliare  del comune. Presenti, il sindaco Ing. Giovanni Erasmo Fava, la vice sindaco Maria Palmina Manica; l’Assessore Antonietta Rucco; la dirigente scolastica Prof.ssa Giuseppina Zannini e molti altri esponenti politici e dell’istruzione. Il Primo Cittadino, a tal proposito, ha detto: “Siamo entusiasti di essere riusciti a consegnare premi e borse di studio agli studenti. Il momento difficile che stiamo vivendo non ha fermato la forza della cultura e, soprattutto, l’entusiasmo di questi formidabili alunni che, come ogni anno, sono stati in grado di presentare lavori di alto spessore culturale. L’augurio, per quanto concerne tutti i giovani del nostro Comune, è che si possa continuare su questi passi, perchè la conoscenza e la cultura sono elementi fondamentali ed imprescindibili nella vita di ogni individuo. Nei giovani, ancor più”.

Sulla tematica è intervenuta anche l’Assessora alle politiche sociali Antonietta Rucco, che ha dichiarato: “Nonostante il periodo particolare  che stiamo vivendo e le note vicissitudini che l’anno  scolastico 2020 / 2021 ha attraversato, i nostri ragazzi, sostenuti egregiamente dalle insegnanti e dalla dirigente scolastica  prof.ssa Giuseppina Zannini, hanno realizzato  opere di grande interesse sociale. Ora più che mai  l’emisfero femmineo soffre per le vessazioni morali, fisiche ed economiche acuite dall’emergenza  Covid19. In occasione della giornata dedicata alle donne (8 marzo) i muri della nostra cittadina sono stati tappezzati da un disegno realizzato da  uno dei vincitori. Il sindaco e l’amministrazione  hanno stabilito che per  tale ricorrenza, ogni anno, sarà  scelto uno dei disegni partecipanti al concorso”.

La vice Sindaco con delega alla Cultura, Prof.ssa Maria Palmina Manica, ha detto: “Mi complimento con questi meravigliosi ragazzi per i lavori presentati. Oggi, più che mai, è doveroso ribadire il senso, il significato di femminicidio e violenza di genere. Approfondimenti, studio, informazione e conoscenza concreta dei fatti, possono soltanto aiutare i giovani a tener ben presente la tematica, oltre che a formarli con una cultura aperta e fatta di sani principi”.

La classifica ha visto: I Premio ex equo Bortoloni Marika e Pagliaro Luigi; II Premio ex equo Freddino Rosa e Prata Rosa; III Premio ex equo Cerrito Carlo e Sciaudone Giudo. Di seguito vi proponiamo alcuni scatti dell’evento.