Carinola

DemonCleaner Freedom Festival, grande attesa: piccola presentazione dei gruppi

Scritto da  | 

 

12 Agosto 2016 – CULTURA ED EVENTI. Come già annunciato su queste pagine, domani sera ci sarà l’attesissimo evento musicale, a Nocelleto di Carinola, in via IV Novembre – Piazza Crocelle. Stiamo parlando di DemonCleaner Freedom Festival. Un evento che, nonostante sia alla sua seconda edizione, si pone già al centro della scena, con artisti di un certo spessore ad esibirsi in piazza.

DEMONTre i gruppi che si esibiranno: Le Maschere di Clara, Joseph Martone & The Travelling Souls e Las Karne Murta. Difficile spiegare, in un unico articolo, le qualità e le virtù artistiche di queste tre band, anche perché l’evento in sé, esige d’essere vissuto, al di là di tutte queste belle parole, che potremmo spendere all’infinito, per una giusta causa.

Le-Maschere-di-Clara

Le Maschere di Clara

LE MASCHERE DI CLARA – Espressione artistica di matrice italiana. Fonda le sue radici nella sperimentazione armonica, traendo ispirazione dal contrappunto classico, filtrando l’emozionalità della poliritmia progressiva, sviluppando il connubio tra le sonorità aride dello stoner e la poetica italiana, lascia l’ascoltatore libero di cogliere le sfumature presenti e non all’interno del tessuto melodico.

Tutto nasce dal desiderio di elaborare una sorta di “sfogo” artistico, frutto di studi classici e di una viscerale passione per il rock, cercando di legare due correnti culturali così lontane e allo stesso tempo idealisticamente vicine. La massima libertà armonica spinge inevitabilmente oltre la forma canzone, inducendo il violino ad esplorare sonorità astratte che eludono lo stereotipo tipicamente rock del basso/batteria/chitarra, senza per questo perdere attitudine e impatto.

Lorenzo Masotto, Laura Masotto e Bruce Turri compiono i loro studi classici rispettivamente al pianoforte, al violino e alla batteria, suonano nelle più svariate formazioni cameristiche e per molteplici progetti che spaziano dal pop, al rock, al jazz fino alla sperimentazione elettronica. Non amano le etichette, di nessun genere.

Las Karne Murta

Las Karne Murta

LAS KARNE MURTA – Fin dal 1999 diversi degli attuali componenti della Karne Murta condividono esperienze, progetti musicali, spettacoli di strada e band improvvisate in occasione di feste e dance hall. Ma è solo dal 2006, con l’uscita del primo album ufficiale ”Oilà Masnada”, che il gruppo si stabilizza intorno a sette elementi e si comincia a delineare lo stile della band, una patchanka tra The Clash e Manonegra che, nel tempo, ha ammiccato sempre di più allo swing e al rock’n’roll.

La Karne Murta vanta un’intensa attività live che li ha portati a suonare su importanti palchi nazionali ed europei. E’durante questi lunghi periodi passati on the road che prendono forma le canzoni che compongono il secondo album ufficiale, uscito nel 2012: “Dirty Swing”. Il titolo è la definizione che il gruppo stesso dà al proprio stile rinnovato. I riferimenti al jazz, allo swing e al be-bop si fanno più marcati, senza dimenticare il rock’n’roll delle origini e una sanguigna attitudine punk.

L’album riscuote un discreto successo e buone recensioni e la Karne Murta continua a suonare tra festival, locali e piazze. Lo show lascia il segno e le date sono spesso memorabili per la passione e l’entusiasmo che il pubblico tributa alla band. Le idee e gli spunti che nascono da queste esperienze sono così tante che il gruppo sente l’esigenza di concretizzarle.

Nella primavera del 2013 i sette si chiudono in studio per registrare un nuovo disco, che uscirà a Febbraio 2014, “Swingin’ Taboo” composto da 16 tracce inedite e per la quasi totalità mai suonate dal vivo. La title track è anche il primo singolo estratto, del quale è stato presentato il videoclip ufficiale.

Di recente è stato realizzato un secondo videoclip da un altro brano del cd, “Budmo”, che allude allegramente ad una maniera di brindare molto comune in Ucraina, paese toccato dalla band con diversi tour. Molto suggestive le riprese effettuate in un classico teatrino d’altri tempi, a far da cornice ad una simpatica rappresentazione che vede come attori gli stessi componenti del gruppo, tra ritmi e fanfare dal chiaro sapore balcanico.

Per quanto riguarda JOSEPH MARTONE & THE TRAVELLING SOULS, a breve sarà pubblicata la recensione a cura di Demoncleanerzine.com e a firma di Giuseppe Nicodemo sulle pagine ufficiali dell’evento al seguente link: https://www.facebook.com/events/1714984842095068/   Stay Tuned: DemonCleaner Freedom Festival sta arrivando.

demoncleanerzine