Cronaca

Castelvolturno, smantellata piazza di spaccio di mezza Italia: 9 arresti

Scritto da  | 

1899blitz-dei-carabinieri-di-rimini-nei-cantieri-autostrada111333537-12791e02-8704-45b0-acd1-ed475e6ea269

3 Agosto 2015 – Castelvolturno. Nelle prime ore della mattinata odierna, i Carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, coordinati dalla Procura della Repubblica, stanno dando esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare nei confronti di 9 indagati (4 in carcere e 5 agli arresti domiciliari), ritenuti responsabili di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’attivita’ illecita perseguita si estendeva in alcune province tra la Campania, il Lazio e l’Abruzzo. I delitti contestati concedono la detenzione per spaccio, il trasporto e la messa in vendita di eroina e cocaina, attivita’ illecite fiorenti sul litorale domizio ed in particolare a Castel Volturno. Tra gli indagati figurano, oltre che soggetti di nazionalita’ italiana, anche cittadini di etnia nord africana (Nigeria, Tanzania e Tunisia), ai quali risultano contestati 170 episodi di cessione di droga in cambio di denaro. L’indagine, condotta dai carabinieri di Grazzanise, e’ partita nell’agosto 2013 e durata fino a luglio 2014, basata su intercettazioni telefoniche riscontrate da servizi di osservazione, con sequestri di droga e testimonianze degli acquirenti. Il grave quadro indiziario ha permesso di monitorare in diretta le fasi della trattativa e quelle della consegna delle partite di droga, disgelando le effettive, allarmanenti, dimensioni dello scenario criminale. La droga veniva prima lavorata e tagliata a Castel Volturno presso l’abitazione di persone africane; successivamente ceduta a cittadini italiani delle province di Caserta, Frosinone, L’Aquila, Roma e Salerno che si recavano a Castel Volturno per acquistare la droga, trasportarla nelle piazze di provenienza; ed il trasporto a domicilio nei paesi di provenienza degli spacciatori, nascondendo la droga nel retto.