Politica

POLITICA – Codice etico, la proposta a Marcianise di Delle Curti e Tartaglione

Scritto da  | 

 

 

POLITICA. “Ecco la nostra proposta: un CODICE ETICO per Consiglieri e amministratori]
– Perché i consiglieri e gli amministratori devono rispettare un CODICE ETICO, a partire dall’ Astensione sulle vicende PERSONALI e FAMILIARI” –

Stamattina i consiglieri comunali Lina Tartaglione e Raffaele Delle Curti hanno presentato “Il Codice Etico di consiglieri e amministratori” alla I Commissione, Regolamento e Bilancio.

In pratica hanno proposto che nel Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale venisse inserito il Codice Etico degli amministratori.

In cosa consiste?
In una serie di regole che impongono al consigliere e agli amministratori di comportarsi secondo trasparenza, correttezza ed imparzialità.

Ad esempio i consiglieri devono astenersi dal prendere parte alla discussione e alla votazione di deliberazioni rispetto alle quali abbiano:
a) interesse propri
b) di loro parenti
c) affini sino al quarto grado.
In tal caso non devono partecipare ai lavori della seduta in questione.

Perchè questo codice ETICO?
“Perché riteniamo – dichiarano i consiglieri – che questo sia il minimo che la POLITICA debba offrire ai propri cittadini, sopratutto di questi tempi.

Aldo Moro in uno dei suoi ultimi discorsi ebbe a dire: ci deve essere un’unica ideologica che governi l’andamento di tutte le correnti politiche: l’amore verso l’uomo. L’umanità. Perché ciò sia possibile abbiamo bisogno di una legge morale che vigili sulla politica. Senza moralità non vi può essere umanità.

Facciamo nostre le parole dell’immenso Moro e continuiamo in questa lotta presentando un codice ETICO di cui il nostro Regolamento era sprovvisto.

Che queste poche e semplici regole ci possano fare da guida e possano guidare le future generazioni di politici, la Marcianise Futura. Viva Marcianise, viva la trasparenza, viva l‘imparzialità.
Cogliamo l’occasione per ringraziare la I Commissione per aver approvato in toto la nostra proposta.