Falciano del Massico

FALCIANO – Nuove disposizioni per i dipendenti comunali

Scritto da  | 

 

 

 

FALCIANO. Continua a pieno ritmo il lavoro politico – organizzativo della nuova amministrazione targata Erasmo Fava. Dopo i vari interventi già avvenuti sul territorio, questa mattina, con una nota protocollata ed indirizzata a tutti i dipendenti municipali, la nuova squadra è passata alla riorganizzazione della macchina comunale.

Si tratta di una nuova disposizione degli orari di ufficio e di servizio: nuove regole alle quali (come si legge nella nota) tutti i dipendenti comunali dovranno attenersi.

Un cambiamento radicale rispetto al passato, che punta, in primis, ad un miglior funzionamento dei servizi e, dunque, ad un conseguente miglioramento di fruibilità, dei servizi stessi, da parte dei cittadini. Questa tematica, che è stata anche oggetto di campagna elettorale, entra effettivamente nelle nuove disposizioni di organizzazione a partire da oggi: 3 luglio 2017.

 

Vi riportiamo qui di seguito tutta la nota protocollata questa mattina:

Disposizioni di organizzazione degli orari di ufficio e di servizio.

In via sperimentale, nelle more di una organizzazione complessiva degli uffici e dei Servizi, che sarà oggetto di apposita regolamentazione, ed in deroga ad ogni precedente disposizione in materia, con il fine di migliorare l’efficienza dei servizi resi alla cittadinanza, si emanano le seguenti direttive alle quali tutti i Dipendenti Comunali dovranno attenersi a partire dal 3 luglio 2017 e fino a nuove disposizioni:

  1. Flessibilità max di 15 minuti sia ante che post l’orario di servizio, si all’ingresso sia all’uscita, fermo restando il completamento di tale orario nella stessa giornata.
  2. Divieto assoluto di assentarsi dal posto di lavoro. Per i permessi si fa rimando all’art.34 del vigente “Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei servizi” che qui si riporta integralmente. Tutti i permessi comunque denominati, previsti da fonte legale o contrattuale (quali permessi, congedi ed aspettative nonchè tutti i restanti titoli giustificativi di assenza) sono autorizzati e disposti dal Segretario Comunale per i Responsabili di Area, titolari di posizione organizzativa, e da questi per gli altri dipendenti. In tal caso il dipendente deve timbrare l’uscita e l’eventuale successiva entrata all’orologio marcatempo.
  3. Qualora il dipendente dovesse avere necessità di assentarsi dal posto di lavoro per cause di servizio, lo stesso annoterà l’uscita e la successiva entrata su apposito registro depositato presso l’Ufficio Protocollo. Il registro riporta i dati relativi a: data; identificativi del dipendente; orario di uscita; motivi dell’uscita; luogo presso cui il dipendente si reca per servizio, orario di rientro.
  4. Divieto assoluto di fumare negli uffici, già previsto dalla legge n. 3 del 2003 che proibisce il fumo negli uffici pubblici, prevedendo una sanzione, in caso di inosservanza, che va da un minimo di 25,00 € ad un massimo di 250,00 €
  5. I dipendenti devono rimanere alla propria postazione di lavoro anche ql dine di poter soddisfare richieste telefoniche
  6. I dipendenti devono rispettare le prescrizioni del medico competente relative all’uso di personal computer e alle relative pause. 

Confidando nella fattiva collaborazione, si fa presente che l’inosservanza delle presenti disposizioni comporterà possibile deferimento alla commissione disciplinare e sarà elemento negativo di valutazione delle performance sia dei titolari di posizione organizzativa sia dei dipendenti fruenti l’indennità di cui all’art. 17, lett. F, del CCNL 1.4.1999. A far data dal 33 luglio 2017 è abrogata qualsiasi disposizione che contrasti con questa”.