Falciano del Massico

FALCIANO – Efficientamento energetico: c’è la delibera per il “progetto green” targato Falciano Bene Comune

Scritto da  | 

 

 

FALCIANO. Essere un Comune al passo con i tempi, oggi, non è soltanto una tematica interpretabile come una sorta di “concorrenza” nei confronti dei Comuni limitrofi. Alla luce delle nuove possibilità presenti sul mercato, con le nuove tecnologie che avanzano, non sfruttare queste le risorse che la modernità offre, sarebbe un peccato. Così, una buona amministrazione, passa anche per un continuo studio su quanto possa essere meglio fruibile e destinato al cittadino. Sulla base di quanto detto finora, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ing. Giovanni Erasmo Fava, con una delibera di giunta, ha approvato il “PROGETTO DI FATTIBILITA’ TECNICA ED ECONOMICA PER L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E L’ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA ELETTRICA DELL’IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMIINAZIONE“, per un importo di 700.000,00 euro.

Un progetto importante che porterà il Comune di Falciano del Massico ad essere uno dei primi a dotarsi di un impianto a led, godendo, così, di vantaggi enormi: maggiore illuminazione, maggiore sicurezza dell’impianto, maggior controllo sui costi e sulle spese energetiche, grazie anche ad una sorta di “sede di monitoraggio” che indicherà qualsiasi carenza energetica in maniera simultanea. Un’iniziativa d’avanguardia. “Questo progetto – ci ha riferito l’Assessore Vincenzo Cestrone comporterà un risparmio di energia elettrica per oltre il 50% rispetto a quello che si consuma attualmente. Saranno installate lampade di nuova generazione, con la messa a norma di tutto l’impianto. Su questa tipologia di impianto, inoltre, sarà installato un sistema di tele-controllo e gestione computerizzata. In poche parole, dall’ufficio tecnico si controllerà telematicamente, attraverso un apposito sistema,  il consumo simultaneo di energia e la funzionalità stessa delle lampade, facendo così fronte ad eventuali interventi di manutenzione in maniera più veloce e diretta”. Un progetto che, come si evince dalla delibera numero 54 del 16 maggio scorso, rientra a pieno titolo nella politica ambientale che, l’attuale amministrazione, porta avanti in maniera meticolosa. E’ chiaro intuire che, maggiore razionalizzazione dell’energia, riduzione dei consumi e dei costi, riduzione dell’inquinamento luminoso, rientra a pieno titolo nella salvaguardia dell’ambiente che, nell’era corrente, è un elemento da tenere in piena considerazione soprattutto se si è posizionati, geograficamente, ai piedi di un Monte e circondati dalla natura.

 

TRZ