Notizie Locali

CANCELLO ARNONE – Ponte Agnena, soluzione alternativa in ballo fra esito carotaggi e costi – VIDEO

Scritto da  | 

 

 

CANCELLO ED ARNONE. La questione del ponte sul Fiume Agnena, quel passaggio importantissimo per intere comunità e per una vasta fetta del motore commerciale di un ampio territorio, resta il problema fondamentale da risolvere in questo periodo. Tantissimi i Comuni coinvolti e penalizzati dalla chiusura di questo ponte. Non soltanto Cancello ed Arnone, ma anche Cappella Reale, noto polmone commerciale di questa zona, Sant’Andrea del Pizzone e Falciano del Massico. Noi stessi, che ci stiamo interessando alla vicenda, restiamo “appesi” a risposte che dovrebbero giungere, ormai, nel breve termine.

Nei prossimi giorni, nel fine settimana in arrivo per l’esattezza, importanti risposte dovrebbero giungere. Il punto fondamentale resta l’esito dei sopralluoghi e carotaggi eseguiti. Un “esito positivo”, ossia che doni la possibilità di eseguire interventi senza essere vincolati ad una chiusura totale del ponte, resta la soluzione più sperata. In tal senso, si potrebbe pensare ad una apertura del ponte in senso alternato, in modo da non “affaticare” la struttura, favorire gli interventi necessari e, allo stesso tempo, “riattivare” le decine di attività commerciali che, in questo momento, stanno vivendo il periodo più difficile, vedendosi private di un passaggio vitale.

L’altro esito, invece, quello meno sperato, è che venga negata l’apertura alternata al traffico. Ciò, potrebbe non solo allungare di tantissimo l’apertura del ponte, ma potrebbe richiedere tempi altrettanto lunghi per la ricerca di una soluzione alternativa: il famigerato ponte in ferro. Secondo quanto si apprende, nonostante l’impegno del sindaco di Cancello ed Arnone Raffaele Ambrosca (impegno di cui parleremo più giù) la costruzione di un ponte in ferro risulterebbe un’opera molto dispendiosa sia in termini di investimento economico che, comunque, anche di tempo. E pensare che, soltanto lo scorso 6 Giugno 2020, il primo cittadino Ambrosca, con una lettera molto ben articolata, ha scritto al Prefetto di Caserta. In quella lettera sono stati messi in chiaro tutti i disagi che i commercianti stanno vivendo. Commercianti, imprenditori, aziende agricole, operatori economici, semplici cittadini hanno subito un colpo mortale, tanto più grave, ove si consideri la contingenza Covid-19, che ha già prodotto lo sterminio di numerosissime attività commerciali e la falcidia di altrettanti posti di lavoro. Ora, le attività che hanno resistito e tentano di rialzarsi, stramazzano sotto gli effetti della chiusura di questo ponte.

In quella lettera, inoltre, si chiedeva l’intervento dell’Esercito Italiano affinché fosse disposta la costruzione di un ponte in acciaio, a doppia corsia di marcia, per supplire fino alla conclusione del disagio, quale unica soluzione alternativa. Questa soluzione, però, come dicevamo sopra, risulterebbe essere troppo dispendiosa in termini economici e di tempo. Insomma, le prossime ore saranno fatidiche per capire le sorti di questo punto economico nevralgico. Sebbene sulla costruzione del ponte in acciaio ci sarà da battagliare, si spera, prima di tutto, che la soluzione più veloce ed efficace possa giungere da un esito positivo dei rilievi e dei carotaggi che potrebbe garantire l’apertura del ponte in senso alternato. Intanto, noi di The Report Zone, abbiamo chiesto un appuntamento al sindaco Raffaele Ambrosca per ulteriori particolari: restiamo in attesa di una data.

GUARDA IL VIDEO QUI DI SEGUITO: >>> PONTE AGNENA PART. 1