Cultura

FALCIANO – Al via Sportello di Ascolto, un progetto importante: parlano il sindaco e l’assessore al ramo

Scritto da  | 

FALCIANO. Un giorno importante per Falciano del Massico che, attraverso un progetto di altissimo valore sociale, istituisce uno Sportello di Ascolto. Con la delibera N. 10 del 28 Gennaio 2019, infatti, il progetto che da tempo voleva essere attuato diventa finalmente realtà. A tal riguardo si è espresso il sindaco Ing. Giovanni Erasmo Fava: “E’ sicuramente un traguardo importante. Un traguardo che, come ogni iniziativa di ordine sociale, si presenta soltanto come l’inizio. Il nostro intento è quello di fare politica per i cittadini ed essere capaci di essere loro d’aiuto in ogni ambito, soprattutto in quello sociale. Con lo Sportello d’Ascolto andremo a “dare voce” a chi, magari, per troppo tempo vive disagi non più ammissibili in una società moderna“. Alle parole del primo cittadino si affiancano quelle dell’Assessore alle Politiche Sociali, Antonietta Rucco: “Abbiamo istituito lo Sportello d’Ascolto. L’abbiamo fortemente voluto noi tutti, componenti dell’amministrazione. Viviamo in mezzo al rumore di una società dell’apparire, ma la solitudine è tanta. Nelle mura domestiche si perpetrano i più terribili misfatti. Tutto può essere risolto chiedendo aiuto senza paura, condividere rende leggero ogni peso. Lo sportello sarà aperto il lunedì, il mercoledì ed il venerdì dalle ore 11:00 alle 13:00. Si potrà trovare, a titolo assolutamente gratuito e riservato, chi ascolterà le problematiche e chi sarà capace di indirizzare presso i Servizi Sociali Comunali e di Ambito o presso il Consultorio Diocesano “Giovanni Paolo II”, con sede in Mondragone, dove si potrà usufruire di un’area psicologica, mediazione familiare, area ginecologica e giuridica economica“. Un progetto importante che, a nostro avviso, non può mancare in una società che si dice emancipata. Non è più accettabile assistere a terribili episodi familiari. Questo è sicuramente un ottimo mezzo per arginare ogni tipologia di disagio sociale.