Cronaca

MONDRAGONE – Spari sala slot: la Polizia acciuffa il terzo indagato che risultava fuggitivo

Scritto da  | 

 

MONDRAGONE. (foto di repertorio) Una notizia che ha occupato le pagine di cronaca di Mondragone e dell’intero Litorale Domizio per oltre tre giorni. Parliamo della tremenda notte, quella di mercoledì scorso, in cui una sala slot nel Rione San Nicola è stata presa di mira. Spari contro la vetrina e tanta paura. Nella stessa notte, poi, una serie di furti ha interessato l’intero territorio cittadino. Insomma, una notte piena di tensione per i cittadini, mentre, dall’altro lato, le forze dell’ordine hanno iniziato tutte le dovute e meticolose indagini.

Si è giunti presto all’individuazione di tre persone, che sarebbero i responsabili del raid. Secondo quanto si apprende, ci sarebbero stati dapprima due furti, di cui uno risulterebbe essere stata una rapina, successivamente gli spari alla vetrina della sala slot. Due delle tre persone individuate, sarebbero state acciuffate nel giro di poche ore: uno direttamente dal proprietario del locale, mentre l’altro dai carabinieri. Successivamente, per quanto riguarda il terzo sospettato, che invece risultava essere fuggitivo, se n’ è occupata la Polizia del Commissariato di Castel Volturno: l’uomo, A.I., 24 anni di Mondragone, sarebbe stato acciuffato nella notte tra giovedì e venerdì. I primi due sarebbero già ai domiciliari mentre, il terzo, sarebbe stato tradotto presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere in attesa dell’udienza di convalida.

Staremo a vedere, adesso, se saranno confermate le accuse nei confronti dei tre indagati e, soprattutto, si lavorerà per capire se vi siano collegamenti tra questo “raid” ed altri episodi analoghi che, negli ultimi mesi, si sono verificati nel territorio del Litorale Domizio.

TIENITI AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DELLA CITTA’. CLICCA SUL LOGO QUI SOTTO E METTI MI PIACE ALLA PAGINA QUESTO E’ MONDRAGONE