Mondragone

MONDRAGONE – Ok al progetto per i giovani “Fermenti in Comune“

Scritto da  | 

 

 

MONDRAGONE. Grazie al fattivo impegno del consigliere comunale Vincenzo Corvino, componente del direttivo regionale Anci, il Comune di Mondragone ha partecipato – in partenariato con l’associazione “TerraMia” – al bando “Fermenti in Comune” (ideato in attuazione della “Linea B” del programma attuativo del Fondo Politiche Giovanili 2019), concorrendo con l’interessante progetto denominato “Green and Young Future”.

Scopo dell’azione messa in campo è attivare iniziative miranti a contrastare la povertà formativa e culturale, con percorsi di acquisizione di conoscenze, competenze ed abilità. In ciò inducendo i giovani, autoctoni ed immigrati, con particolare riguardo ai diversamente abili, alla partecipazione e all’inclusione, sottraendoli così alla segregazione individuale che condiziona i livelli di capitale sociale, civico e relazionale della società.
Gli elementi innovativi utilizzati per l’attivazione dei giovani si sviluppano attraverso tre linee di azione: implementazione del giardino botanico; cineforum; book corner.

I giovani sono coinvolti in attività di studio per l’ideazione e realizzazione delle suddette tre linee di azione, in formazione standard minima di competenze digitali e nella realizzazione materiale degli obiettivi progettuali.
Le attività avranno luogo prevalentemente all’aperto, presso l’area verde della villa comunale, privilegiando la socialità e l’aggregazione a contatto con la natura e sviluppando la cultura della responsabilità e sostenibilità e della difesa del patrimonio ambientale e paesaggistico.

Lo spazio individuato attraverso le diverse iniziative diviene luogo di promozione della cultura: con l’orto botanico, che mostra ed insegna come specie diverse possano migrare, ambientarsi e condividere il medesimo luogo; con il cinema, diffuso mezzo di espressione di facile accesso per tutti; con il book-corner, che sostiene la lettura in ogni forma all’aria aperta e nel verde.
I giovani, coadiuvati da personale esperto e dai supervisori dell’associazione TerraMia e del Comune, sono i protagonisti assoluti del percorso progettuale, tramite il quale rinnovano se stessi e rigenerano lo spazio attraverso la trasformazione funzionale, economica e tecnologica (area wi-fi), che, restituita alla città, ne rilancia e valorizza l’intero comprensorio.
Questa apprezzabile iniziativa pone il Comune di Mondragone all’avanguardia nella realizzazione di occasioni di sviluppo per le giovani generazioni, rappresentando un ulteriore passo verso la coesione sociale e culturale del territorio.